Bimbo dell’agrigentino con rara disfunzione potrà curarsi in Sicilia

Un bambino di 3 anni e mezzo con una rara disfunzione,  una “ipercolesteromia familiare” di tipo omozigote, potrà curarsi in Sicilia, a Palermo. Il bimbo, di Licata, potrà curarsi all’ospedale “Di Cristina”  invece che a Roma dove è attualmente seguito.
I genitori del bambino sono stati a Palermo, accompagnati dal direttore del distretto sanitario, Ercole Marchica, che da tempo si occupa di questo caso, per incontrare Maurizio Averna, lo specialista che seguirà tutto.
A quanto pare, presso l’ospedale Di Cristina c’è un macchinario, come quello in dotazione all’Umberto I di Roma, ma non viene usato perché nell’isola non ci sono altri casi come quello del piccolo licatese. L’assessorato regionale alla Sanità individuerà ed invierà a Roma i medici per la formazione specifica, in modo che nel giro di poco tempo si possa avere l’attrezzatura funzionante a Palermo, così come dichiarato la madre del bambino al Giornale di Sicilia che ne ha riportato la notizia.