Bilancio sulla 73° Festa del Mandorlo, Firetto e Parello si dicono soddisfatti

Bilancio sulla 73° Festa del Mandorlo, Firetto e Parello si dicono soddisfatti.

di Elisa Cusumano

Calato il sipario sulla 73°edizione della Festa del Mandorlo in fiore è tempo di bilanci. Quelli tracciati dagli organizzatori sembrano essere assolutamenti positivi.
Per il Sindaco Calogero Firetto si tratta di un’edizione che sarà ricordata per tante ragioni. Una su tutte, la crescita in qualità, organizzazione e promozione della Kermess che dal 2015 ad oggi, complice anche lo spostamento della data dei festeggiamenti dal mese di febbraio a quello di marzo, registra un notevole aumento di presenze turistiche in città. Agrigento, dunque, sempre più al centro dell’attenzione internazionale. Con il “Mandorlo in Fiore” e la presenza dei gruppi Patrimoni immateriali dell’Umanità dell’Unesco, in Comune si sono alternate diverse missioni diplomatiche dei Paesi ospiti e molti rappresentanti istituzionali delle città di provenienza dei Gruppi , ricevuti ufficialmente dal sindaco Lillo Firetto.
Tanti dunque gli aspetti migliorati e a tanti quelli che dovranno essere migliorati nelle prossime edizioni – ha dichiarato il primo cittadino – per far si che la manifestazione diventi traino promozionale per la città, per la Sicilia e per l’intero Paese.
Sulla stessa lunghezza d’onda il Direttore del Parco Archeologico e Paesaggistico Valle dei Templi, Giuseppe Parello il quale si dichiara soddisfatto per lo spirito di reale amicizia e di collaborazione che ha caratterizzato l’edizione 2018 della Kermess e per l’importante processo di crescita registrato dalla manifestazione inserita da quest’anno nel Reis, Registro Eredità Immateriali della Sicilia. E’ stata una edizione molto faticosa e ambiziosa, visto che dovevamo rispettare target molto alti, essendo stati inseriti all’interno degli eventi del ‘Patrimonio Europeo della Cultura’ – ha dichiarato Parello – ma siamo stati all’altezza della situazione. La manifestazione del Mandorlo in Fiore ha raggiunto l’obiettivo di far colloquiare i popoli della terra sotto il tempio della Concordia, rilanciando il messaggio “dal passato al futuro”. Messaggio che siamo riusciti a dare e che speriamo sia da auspicio per il prossimo anno – ha concluso Parello – .

Elisa Cusumano

FOTO SANDRO CATANESE

LEGGI ANCHE •  73°esimo Mandorlo in Fiore: Sagra internazionale o festa di paese? | VIDEO