Aveva quasi 70 grammi di cocaina, ridotta condanna in appello

I giudici della prima sezione penale della Corte di Appello di Palermo hanno ridotto la condanna, a 1 anno e 10 mesi di reclusione, con il beneficio della sospensione condizionale della pena, a carico di Carmelo Vaccaro, 43 anni, di Favara, accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Accolto il ricorso del difensore dell’imputato, l’avvocato Antonino Gaziano. Il favarese, in primo grado, era stato condannato a tre anni e otto mesi di reclusione, e 12mila euro di multa, dal Gup del Tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto.

La vicenda risale a circa sette anni fa, quando i carabinieri nel corso di una perquisizione domiciliare in casa del 43enne, trovarono 68 grammi di cocaina, suddivisa in tre involucri, un grammo e mezzo di hashish, un bilancino di precisione, e 800 euro in contanti, ritenuto provento dell’attività di spaccio.

Vaccaro in seguito è stato coinvolto anche nell’inchiesta “Up and down”, che ipotizzava un traffico di droga sull’asse Favara-Belgio.