Auto contro abitazione causò 2 morti, 30enne a processo

Il Gup del Tribunale di Agrigento Stefano Zammuto, è chiamato a decidere sulla richiesta di rinvio a giudizio del pubblico ministero Gianluca Caputo, a carico di Luigi Alessandro D’Angelo, 30 anni, di Ravanusa, accusato di duplice omicidio stradale, e lesioni personali colpose.

Il giovane alla guida di una autovettura, un’Alfa 147, restò coinvolto in un incidente stradale costato la vita a due suoi amici che si trovavano insieme a lui in auto, mentre un terzo passeggero restò ferito in maniera molto seria. L’udienza preliminare è slittata al 26 novembre.

L’incidente, che costò la vita in un primo momento a Lorenzo Miceli e, dopo oltre tre mesi a Federica Aleo, seduta dietro insieme a un altro passeggero, che ha riportato gravi traumi, è avvenuto il 2 febbraio dell’anno scorso. Secondo l’accusa l’indagato, dopo avere assunto cocaina, e alcolici si schiantò con l’auto contro un’abitazione.