Atti persecutori e minacce contro l’ex compagna, giovane agrigentino rinviato a giudizio

Nuovi guai per Giuseppe Camilleri, 21 anni di Agrigento. Con l’accusa di atti persecutori e minacce gravi, nei confronti dell’ex compagna, è stato rinviato a giudizio da Gup del Tribunale di Agrigento Francesco Provenzano.

L’inizio del processo il 17 febbraio prossimo dinnanzi al giudice monocratico del Tribunale di Agrigento Antonio Genna. Giuseppe Camilleri è difeso dall’avvocato Serena Gramaglia.

La vicenda risale ai mesi di gennaio e febbraio scorsi. La giovane donna è stata minacciata di morte, ripetutamente, sia personalmente, sia attraverso chiamate e messaggi al telefono cellulare. Attualmente Giuseppe Camilleri si trova detenuto nel carcere di Sciacca.