Arriva Giacomo Zilli: ecco cosa può dare alla Moncada

La Moncada colma il vuoto lasciato dagli infortunati con un giocatore non ancora al cento per cento ma dalle prospettive interessanti. La società di basket agrigentina ha infatti raggiunto un accordo di massima con Giacomo Zilli. Il giocatore che si aggregherà al gruppo già dai prossimi giorni però è reduce a sua volta da un infortunio all’anca, e dovrà lavorare con la squadra in attesa del suo completo recupero. Giacomo Zilli, classe ’95, friulano di 22 anni è alto 206cm. Per il giocatore che ha chiuso l’anno da senior negli Stati Uniti con gli Unc Asheville Bulldog, squadra di pallacanestro maschile che rappresenta l’Università della Carolina del Nord, sarebbe la prima volta nel campionato italiano di Serie A2. La sua ex squadra attualmente milita nella NCAA, Il campionato di pallacanestro che rappresenta il massimo livello del basket universitario (college) degli Stati Uniti d’America. Zilli, di nazionalità italiana, ha indossato anche la maglia azzurra della nazionale under 20. Di ruolo ala grande, per la sua stazza fisica e per le caratteristiche tecniche, è in grado di giocare pure come centro. L’innesto in rosa di un nuovo atleta per la Moncada, si è reso necessario dopo l’infortunio prolungato di Paolo Rotondo. L’attuale centro titolare della Fortitudo è fuori da oltre tre mesi ed i tempi di recupero sono sempre più incerti. Inoltre, come spiegato anche dal general manager Cristian Mayer, la squadra accusava una rotazione corta e con alcuni elementi costretti a rifiatare per motivi fisiologici, diventava difficile perfino provare gli schemi in allenamento. In questi giorni infatti, la Moncada sta recuperando Jalen Cannon reduce da una distorsione alla caviglia rimediata al PalaCalafiore e Marco Evangelisti, ancora alle prese con i postumi di fastidi fisici. Entrambi dati verso il parziale recupero in vista della sfida di domenica prossima al PalaEmpedocle. Ma chi è Giacomo Zilli e cosa può dare in più alla Moncada in questo girone di ritorno del campionato di serie A2 girone ovest ? Dopo un anno passato molto più sulla panchina che in campo, Giacomo Zilli è stato impiegato con minutaggi equilibrati. Titolare nello “starting five” (quintetto base) benché il suo coach preferiva adottare quintetti più dinamici nel corso dell’incontro, il minutaggio del friulano risulta piuttosto basso anche se molto ben sfruttato: fra gli otto giocatori abitualmente in rotazione, Zilli è stato quello che detiene il miglior rapporto fra punti segnati e minuti sul parquet. Durante la scorsa annata, il centro ha lavorato molto sul rimbalzo – come affermato da lui stesso – ma la sensazione è che possa dare ancora qualcosa di più nonostante atletismo ed elevazione non siano dalla sua parte. Sia pure la sua recente storia cestistica sia stata condizionata dagli infortuni, per caratteristiche appare come il giocatore ideale per essere inserito in una squadra come Agrigento, dai meccanismi oliati e con un gruppo molto affiatato. Il general manager Cristian Mayer e il coach Franco Ciani, dopo aver avuto l’ok dal presidente Moncada ad operare sul mercato, cercavano un giocatore che non andasse a rivoluzionare l’identità di un gruppo che bene ha fatto in questa prima parte di stagione.  Alla Moncada attualmente serviva un’atleta alto, ma anche forte fisicamente. Inoltre, Zilli, oltre ad essere friulano come Franco Ciani, è anche abituato alla rotazione e a dare tutto nei minuti in cui viene chiamato in causa. Sembra il profilo ideale per il gioco del coach della Moncada, bisognerà però comprendere i tempi del recupero. Per il passaggio dell’udinese in canotta Fortitudo manca ancora la firma, è evidente che molto dipenderà da come il giocatore risponderà alle prime sollecitazioni in palestra.