Arrestato un operaio. Avrebbe picchiato un muratore per soldi

Tentata estorsione, lesioni personali aggravate e danneggiamento aggravato. Con queste accuse,  i carabinieri della compagnia di Licata, coordinati dal Capitano Marco Currao, hanno arrestato un operaio, Raimondo Riccobene, 40 anni.

I militari, ieri sera, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal gip del Tribunale di Agrigento.

Secondo l’accusa, l’uomo avrebbe tentato di estorcere dei soldi, circa 850 euro, ad un muratore del luogo, e quando quest’ultimo si è rifiutato di consegnarglieli, lo ha picchiato e gli ha danneggiato l’auto.