Arrestato spacciatore “green”. Utilizzava una bici elettrica per i suoi spostamenti

Utilizzava una bici elettrica per i suoi spostamenti. Una condotta che non è sfuggita ai Carabinieri della Stazione di Porto Empedocle, durante mirati servizi antidroga. Le manette ai polsi sono scattate per un diciottenne agrigentino per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane era tenuto d’occhio dalle forze dell’ordine da qualche tempo e, in particolare, ieri è stato notato mentre scorrazzava a bordo di una bicicletta elettrica ad un orario ed in una zona insolita per una semplice passeggiata.

A quel punto, i militari hanno deciso di controllarlo e perquisirlo, confermando ogni sospetto su di lui. Tutto è risultato essere in regola, anzi anche nel pieno rispetto dell’ambiente, se non fosse stato per le dosi di marijuana rinvenute dai Carabinieri nelle tasche del diciottenne, destinate al consumo empedoclino. A questo punto, i militari hanno esteso le attività di perquisizione anche all’abitazione del giovane, dove hanno trovato circa centro grammi di marijuana, materiale per il confezionamento e bilancino di precisione.

Arrestato, il pusher “eco-friendly”, resta ai domiciliari in attesa dell’udienza di convalida. La droga sequestrata sarà analizzata per quantificare la percentuale di principio attivo presente e stabilire il numero di dosi ricavabili. Il risultato odierno, si colloca positivamente tra gli indicatori di efficienza dei servizi straordinari antidroga, disposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Agrigento nell’ambito del piano di contrasto provinciale al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti. I servizi antidroga proseguiranno anche nelle prossime settimane.