Aragona, il ripescaggio in A2 è sempre più complicato

Si presenta sempre più complessa la questione dell’ammissione della Pallavolo ‘Aragona al campionato di volley di serie A2 femminile per la stagione 2021-22. Infatti, la società del Presidente Di Giacomo, dopo non essere stata ammessa nella seconda categoria nazionale dalla Commissione Federale col verbale dello scorso 22 luglio, aveva presentato ricorso presso il Giudice di Lega, il quale però ha confermato la decisione della prima istanza, rigettandone così i rilievi. Adesso, come ultima spiaggia, alla società Aragonese, resta da percorrere un ultimo grado di giudizio: il ricorso presso la Corte d’Appello Federale della FIPAV. Istanza da presentare in tempi strettissimi, ovvero entro tre giorni lavorativi a partire dal ricevimento del provvedimento del Giudice di Lega che si intende impugnare.
Invece è scampato il pericolo per le altre quattro società che si erano viste negare l’ammissione al Campionato di serie A2. Infatti Pallavolo Pinerolo, Polisportiva Libertas Martignacco, Volley Hermaea Olbia e Assitec Volleyball Sant’Elia, che non erano state ammesse in prima istanza per mancanze relative al campo di gioco, hanno provveduto a indicare un campo di gioco alternativo che possiede tutti i requisiti indicati nel Regolamento Organico di Lega, e potranno pertanto regolarmente partecipare al prossimo campionato.