Anche l’hair stylist diventa green

Ultimamente la polemica sulle tinte per capelli, composte da elementi chimici, incalza: dopo la dichiarazione di Emma Marrone, alla quale è stato sconsigliato decolorare la chioma, per evitare di favorire la formazione di nuovi tumori, la paura è tanta.

Per questa ragione balzano alle cronache alcuni degli hair stylist che hanno prediletto la creazione di un salone totalmente green, in linea con il rispetto dell’ambiente ma anche di cute e capelli. Alle tinture naturali abbinano anche trattamenti speciali, basati sull’Ayurveda.

Vediamo nel dettaglio chi sono e cosa è possibile trovare nel loro negozio.

 

Michele Rinaldi

 

Partono dalla cura degli scaffali, che decorano con piante officinali, spezie e tutto ciò che può evocare colore e natura, inoltre rispettano l’ambiente, prediligendo prodotti privi di plastica e quindi altamente riciclabili.

Se siete di Senago, in provincia di Milano, o vi trovate a passare da quelle parti, fate un salto nel salone di Michele Rinaldi, per molti versi il pioniere di questo nuovo modo di trattare i capelli. Un giorno, infatti, ha deciso proprio di affiggere un cartello, sulla porta del suo negozio, nel quale affermava di non utilizzare tinte chimiche, né prodotti di tal sorta.

Cliente avvisato, mezzo salvato: chi desiderava fare una permanente doveva certamente scegliere qualcosa di totalmente diverso. Ma come mai questa decisione? Prima di tutto per una questione di salute: Rinaldi è allergico alle tinte chimiche. In secondo luogo, la sua passione per le piante officinali lo ha spinto verso nuove consapevolezze.

Ogni aspetto è ben curato: la sala nella quale si trovano i lavatesta (potete trovarne alcuni molto validi su Solowow) è preparata anche per i massaggi olistici e per la cromoterapia. Qui è possibile anche degustare delle buone tisane, realizzate con le stesse piante con le quali sono preparate le tinture per capelli.

La riconoscenza di Michele Rinaldi nei confronti delle prime clienti che hanno sposato la sua filosofia, infine, si traduce nella realizzazione delle schede, relative ai colori, che riportano proprio i loro nomi.

 

Gianna Longo

 

Se vi trovate a passare da Milano, fate una capatina nel salone Daily Spa di Gianna Longo: la filosofia di questo negozio è sempre quella green. Il prodotto cardine sono le tinture de Le terre di Phitofilos, un’azienda tutta italiana, che crea i suoi articoli con materiali puri.

Il successo dell’idea di Gianna Longo ha poi portato anche alla creazione di un’accademia per la formazione di parrucchieri totalmente green. Ne esistono già dieci, che lavorano da Roma a Trento e che non solo si interessano delle piante ma ne approfondiscono le proprietà, oltre alla capacità di tingere in maniera naturale i capelli.

 

Francesca Ventura

 

Ci spostiamo a Bologna, dove Francesca Ventura ha aperto il suo salone, il cui nome è già tutto un programma: ChimicaZero. Il progetto prevede prima di tutto il rispetto dell’ambiente, quindi l’arredamento è tutto in legno proveniente da foreste ecogestite, tutti i prodotti sono contenuti in vetro o alluminio e la plastica è praticamente ridotta a zero.

Per quanto concerne poi le tinture, il brand al quale fa riferimento è Oway, che ha creato una linea organica fatta di ingredienti coltivati proprio sulle colline bolognesi. Quindi, non solo tinte ma anche shampoo, balsamo e quant’altro, tutto green e derivato da piante officinali.

 

Lo stile di Marta

 

In Toscana, e più precisamente a Prato, il salone Lo Stile di Marta prende spunto dalla filosofia green e rende parte dell’arredamento anche espositori in legno, doccette che aiutano a risparmiare l’acqua emessa e, infine, l’illuminazione a basso consumo.

Naturalmente anche qui i prodotti utilizzati per i capelli sono a base di piante, coltivate biologicamente e nel totale rispetto della cute.

 

Il fai da te

 

Siete attratte dalla filosofia green e volete fare da sole in casa? Utilizzare le erbe tintorie è un grande vantaggio per cute e capelli ma non solo: grazie al loro potere di colorazione, potrete coprire i fili grigi o bianchi e rendere più ricco il vostro colore naturale.

Cosa dire del tempo di posa? Può variare, in base al tipo di capello e allo scopo che volete ottenere, quindi dai 30 ai 60 minuti. Sfatiamo anche un falso mito: le colorazioni naturali durano quanto, se non di più di quelle chimiche.

Quali preferire? Dal conosciutissimo henné alla lawsonia, la curcuma, l’indigofera e il mallo di noce. Inoltre la chioma risulterà ben nutrita, lucida e scongiurerete la formazione delle inestetiche doppie punte.