Amministrative 2020, Lega, Forza Italia, Pd e Movimento 5 Stelle non si scoprono

Se Agrigento conosce già i nomi di ben cinque degli aspiranti primo cittadino, lo stesso non si può dire per i partiti che li appoggeranno. C’è curiosità infatti nel comprendere se Calogero Firetto, Marco Zambuto, Franco Miccichè, Davide Lo Presti ed Aldo Piazza, potranno contare sul sostegno di partiti di governo oltre che di liste civiche.

Se il Movimento Cinque Stelle  presto comunicherà il nome di un suo candidato, Fratelli D’Italia non nasconde l’appoggio all’ex sindaco Marco Zambuto, lo stesso non si può dire per Lega, Forza Italia e Partito Democratico.

“La Lega sta valutando sul da farsi”. Così il Commissario della Sezione di Agrigento della Lega Sicilia per Salvini premier, Francesco Di Mare, nelle ore in cui da alcuni organi d’informazione emergono voci o rumors di possibili accordi elettorali già stilati, a cinque mesi dal voto per le amministrative al Comune di Agrigento.

“Il nostro partito – sottolinea Di Mare – è al lavoro per offrire alla città dei Templi, come agli altri Comuni dove si voterà la prossima primavera, una proposta progettuale attenta alle esigenze del territorio, valorizzando al meglio le risorse umane, intellettuali e professionali che vorranno condividere il nostro progetto”.

Forza Italia, per voce dell’onorevole Riccardo Gallo ribadisce di non aver fatto nessuna scelta. 

Il suo intervento si è reso necessario dopo che in città era circolata la voce di un possibile sostegno all’ex sindaco di Agrigento Marco Zambuto. Ipotesi avallata da alcuni organi di stampa.

Il vice coordinatore regionale di Forza Italia, Riccardo Gallo – si legge in una nota diffusa della stesso –  non ha, al momento, scelto alcun candidato a sindaco della città di Agrigento in occasione delle Amministrative in primavera”. Gallo afferma: “In riferimento alla candidatura di Zambuto, così come di altre, non è stata concordata alcuna decisione ufficiale, non si sono riuniti gli organi di partito preposti, e quindi non è maturata alcuna nostra candidatura ufficiale. Ciò avverrà comunque nelle sedi e nei tempi opportuni. Forza Italia – conclude l’onorevole Gallo – rivendica il diritto a valutare la rosa dei candidati, ed a convergere oppure esprimere una propria candidatura. Tutto il resto sono solo illazioni giornalistiche”. Tale posizione politica è condivisa e rilanciata dal gruppo giovanile di Forza Italia agrigentina, rappresentato dalla vice coordinatrice regionale dei Giovani azzurri  Lilly Di Nolfo, che ribadisce la necessità del preliminare confronto come premessa di ogni decisione nel merito.

Silenzio invece da parte del Partito Democratico, mentre ci sarà da comprendere se la costituente “Italia Viva” troverà la forza di allestire una lista tutta sua. Molto dipenderà dall’evoluzione della politica nazionale. Determinante per avere una lettura più precisa sarà il risultato delle regionali in Emilia Romagna.