Altro che squadra da oratorio…

Devi sapere che puoi vincere con il cuore e l’umiltà . Devi pensare che puoi vincere comunque. Devi sentire che puoi vincere anche all’ultimo secondo. Perché vincere non è solo importante, ma è l’unica cosa che conta ?#Akragas. #CalcioLegapro #Legapro #Agrigento #stadiomassimino #derby#calcio #vittoria #sivinceconilcuore

Di Domenico Vecchio

Altro che ragazzini da oratorio. L’Akragas è una squadra e sa dimostrarlo. Sa perdere, ma soprattutto vincere e il successo nel derby non è arrivato per caso. Dietro c’è il lavoro di un gruppo solido, fatto di giovani che in Lega Pro possono giocarsela con tutti. I “Di Napoli Boys“, come ci piace definirli, sono consapevoli dei propri mezzi e mettono il gruppo e il lavoro di squadra al primo posto. Di Napoli continua a dare il merito ai ragazzi, ma ha merito anche chi ha saputo costruire questa famiglia. Certo, guai ad esaltarci troppo dopo la storica vittoria del Massimino.

Un successo che ha messo in risalto anche la tenuta fisica della squadra, la voglia di lottare, di saper soffrire. Si vince quando c’è spirito di sacrificio e forza di squadra. Umiltà e consapevolezza anche dei propri limiti prima di tutto. Eppure, questo gruppo ha anche ottime individualità. Zanini è una di queste.

Con qualche puntello in più, la società lo sa, si può ambire anche a un piazzamento diverso rispetto a una salvezza tranquilla. Può prendersi tante altre soddisfazioni, può regalare altre gioie, a patto però che il pubblico dell’Esseneto si svegli. A Catania, nonostante l’orario proibitivo, tanti agrigentini non hanno fatto mancare il loro apporto. Temerari e tifosi veri, adesso bisogna che anche all’Esseneto ci sia il pubblico che conta, perchè questi ragazzi meritano. Vincere quando ci sono nomi è fin troppo facile, vincere quando si scommette su volti nuovi è veramente bello. Ed il progetto merita il sostegno di tutti. Akragas, adesso lo sai.  Devi sapere che puoi vincere con il cuore e l’umiltà. Devi pensare che puoi vincere comunque. Devi sentire che puoi vincere anche all’ultimo secondo. Perché vincere, non importa come e dove, è l’unica cosa che conta.