Al Filippini “Sulle tracce del turismo ritrovato, dal congressuale al religioso”

Lunedì 24 luglio, alle 17.30 all’ex “collegio dei Filippini” ad Agrigento, verranno aperti i lavori del congresso: “Sulle tracce del turismo ritrovato, dal congressuale al religioso”.

Un evento organizzato da Travelexpo, la Borsa del Turismo Globale, in collaborazione con l’Assessorato regionale al Turismo e lo stesso Distretto Turistico Valle dei Templi.
Sarà Toti Piscopo, direttore editoriale di Travelnostop.com, a moderare i lavori cui interverranno: Lillo Firetto, sindaco di Agrigento e presidente del Distretto Turistico Valle dei Templi; Alessandro Tortelli, direttore del Centro Studi Turistici di Firenze; Giuseppe Parello, direttore Parco Archeologico e Paesaggistico Valle dei Templi: Maurizio Giannone, docente Geografia economica Università di Palermo e Consigliere A.R.TU’; don Giuseppe Pontillo, direttore dei Beni culturali dell’Arcidiocesi di Agrigento – Percorsi Arte & Fede; Gaetano Pendolino, amministratore del Distretto Turistico Valle dei Templi; Francesco Picarella, presidente Federalberghi Agrigento; Giuseppe Ciminnisi, presidente Fiavet Sicilia; Fabrizio La Gaipa, presidente del Consorzio Turistico Valle dei Templi; Paolo Pullara, presidente di Assohotel Area Sicilia Centro Meridionale; e Carmelo Cantone, presidente Abba (associazione B&B Agrigento).

Una destinazione in crescita per numero di visitatori e di strutture ricettive, soprattutto extralberghiere, sorte negli ultimi anni – si legge in una nota di Travelexpo – . È Agrigento, che non a caso è stata scelta per il terzo anno consecutivo da Google. Il 31 luglio la Valle dei Templi ospiterà ancora una volta il Google Camp, l’incontro più importante dell’anno che riunisce guru dell’informatica e vip internazionali. Ma è tutto il territorio in pieno fermento, come dimostra il successo della Strada degli Scrittori e l’interesse anche e soprattutto dall’estero per la Farm Cultural Park di Favara, dei coniugi Florinda ed Andrea Bartoli, ispiratori e fondatori di questo progetto innovativo che, proprio quest’anno a Travelexpo, sono stati inseriti tra i Magnifici Sette del Turismo siciliano, proprio per l’attenzione posta a Favara che oggi è riuscita a diventare la seconda destinazione turistica dell’agrigentino subito dopo la Valle dei Templi“.

Prossimo appuntamento con gli eventi formativi di Travelexpo a Palermo mercoledì 26 luglio