Akragas: penultima chiamata

di Eugenio Cairone

 

Giavarini Presidente AkragasMarcello Giavarini, azionista di maggioranza e presidente onorario dell’Akragas è stato oggi allo stadio Esseneto per seguire gli allenamenti e stare vicino ai giovani calciatori alla vigilia di uno dei due incontri “salva stagione”. Giavarini con la sua presenza ha voluto caricare la squadra chiedendo il massimo per uscire vittoriosi domenica alla fine dell’incontro con la Juve Stabia.

Che si tratti di una sfida per la salvezza lo sanno tutti. Lo sa il mister, la società, i giocatori, i tifosi. “Sono venuto – ha detto Giavarini – nelle vesti di tifoso e domenica sarò presente allo stadio per incitare la squadra”.

Marcello Giavarini, grazie anche a Silvio Alessi, che lo ha quasi invocato a restare vicino alla società, ad Agrigento è sempre rimasto con il cuore ma anche fisicamente come è successo oggi. Perché l’azionista di maggioranza vuole bene ad Agrigento e Agrigento deve convincersi che non sarebbe in Lega Pro senza di lui.

Il presidente onorario si è detto convinto che la squadra negli ultimi due incontri non deluderà le aspettative e  lotterà per conquistare la salvezza diretta.

Inutile dire dell’ansia che si respira in città. Agrigento biancoazzurra al “miracolo” ci crede. Peccato per i punti persi in maniera davvero incredibile in tante partite ma ci sono i punti conquistati nella seconda parte del girone di ritorno che autorizzano alla speranza. La speranza, cioè, che la stagione possa avere per l’Akragas la giusta conclusione. Sarà dura ma bisogna farcela.

Eugenio Cairone