Akragas-Fondi, tifosi : chi non salta è licatese!!!

Akragas – Fondi, inzia con i tifosi dell’Akragas che saltano e cantano, rispolverando la rivalità storica contro il Licata.

Chi non salta è licatese” e poi “Giavarini torna al paese“.  Rispondono così i tifosi dell’Akragas alle dichiarazioni di Marcello Giavarini che ha annunciato il suo disimpegno dalla squadra e ha detto che sarebbe tornato sui suoi passi solo se i tifosi avessero scritto uno striscione con scritto “Benvenuti licatesi“.

Prima del calcio d’inizio Francesco Nobile, emblema di attaccamento alla squadra,  ha fatto il giro di campo, mostrando una maglietta, con scritto : “Lo striscione  di scuse lo faccio solo al popolo akragantino“.

La tifoseria si è stretta intorno alla squadra e i giocatori con cuore e grinta, nonostante le pesanti cessioni e le assenze, compresa quella di Zanini, hanno centrato un ottimo pareggio contro un ben più quotato Fondi. La speranza per l’Akragas rimane viva, con la consapevolezza di poter contare su un settore giovanile importante. Merito a Di Napoli, che gioco forza ha dato fiducia ai giovani under. (DV)

LEGGI ANCHE :   Akragas tutto cuore e grinta, all’Esseneto  il Fondi non passa

AKRAGAS – FONDI 2-2

MARCATORI: 10’ Russo (A), 72’ rig. e 74’ Calderini (F), 94′ Sicurella

AKRAGAS: Pane, Riggio, Thiago, Russo, Pezzella (82’ Sicurella), Palmiero, Rotulo (70’ Caternicchia), Coppola, Longo, Gomez, Cochis. A disposizione: Addario, Leveque, Petrucci, Mazza, Giarrusso, Ortugno, Cappello. Allenatore: Raffaele Di Napoli

FONDI: Coletta, Squillace, Signorini, Varone (65’ Iadaresta), Giannone, Sernicola (45’ Tommaselli), Galasso, D’Angelo, Calderini, Gambino (77’ Bertolo), Marino. A disposizione: Calandra, Di Sabatino, Capuano, Pomperi. Allenatore: Sandro Pochesci.

Note: Ammoniti: Palmiero e Riggio (A), Calderini (F); espulsione: Cazè da Silva per doppia ammonizione

Arbitro: Riccardo Annaloro di Collegno; assistenti: Rodolfo Zambelli di Finale Emilia e Andrea Zaninetti di Voghera.