Akragas, le dichiarazioni del procuratore FIFA Diego Andidero su Sportlive

Akragas, la società è ancora alla ricerca dello sbocco finale che può finalmente ridare la giusta calma e tranquillità a tutti gli addetti ai lavori. In queste settimane si è parlato moltissimo del passaggio di quote che non è ancora avvenuto e che ha scatenato le ire dei tifosi che si sono scagliati duramente contro il Presidente Alessi. Un periodo davvero turbolento per l’Akragas, sottolineato anche dallo scarso rendimento dei Giganti in campo, registrando una serie di sconfitte consecutive, fino alla meritatissima vittoria in “casa” contro il Reggina della scorsa giornata di campionato.
Nella giornata di ieri è andato in onda Sport Live, il rotocalco sportivo targato Agrigentooggi che ha realizzato un’intervista telefonica al procuratore FIFA Diego Andidero. Quest’ultimo è stato molto disponibile e ha risposto a tutte le domande che gli sono state fatte dal direttore Domenico Vecchio, anche se non si è sbottonato più di tanto riguardo alla situazione della trattativa.

Akragas, Diego Andidero: Nessun ostacolo particolare, gli ostacoli potranno superarsi facilmente; speriamo che la fumata bianca arrivi in tempi brevi per i tifosi

Diego Andidero ha avuto parole dolci per Roberto Nava, definito come un galantuomo che non ha bisogno di farsi pubblicità e che lavorerà con serietà al nuovo progetto Akragas. “Roberto Nava non ha paura della classifica, né tanto meno della situazione dello stadio Esseneto, conosce bene tutte le difficoltà. Il progetto prevede intanto di ripartire dalle giovanili per far crescere coloro che saranno i futuri calciatori dell’Akragas, riportare la squadra all’Esseneto e puntare alla salvezza per quest’anno e a qualcosa di più nei prossimi anni.”
Insomma, Andidero procede per gradi per come è giusto fare in queste situazioni complicate. Ritornando sul tema stadio afferma: “L’impianto di illuminazione, naturalmente, è tra i primi obiettivi da raggiungere, ci si metterà subito al lavoro per presentare il progetto e riportare la squadra immediatamente a casa. È chiaro che non è una cosa che si completerà in una settimana, ma il prima possibile.”
Inoltre, Diego Andidero è fiducioso anche sulla permanenza dei calciatori nella rosa, nonostante qualcuno probabilmente si stia già guardando attorno vista la difficile attuale situazione e l’avvicinarsi del mercato.

Ecco l’intervista integrale: