Akragas: Che serata!!!!

Un derby con il Palermo? Chissà quando potrà avvenire

Akragas: Che serata!!!!

di Eugenio Cairone

Un derby con il Palermo? Chissà quando potrà avvenire. Intanto il signor Lo Monaco cerchi di digerire questo di derby con i nostri Giganti che a partita quasi conclusa, in pieno recupero, hanno rovinato la festa di compleanno per i 70 anni del suo Catania. Certo continuando di questo passo difficilmente la squadra etnea potrà giocare quell’altro di derby, quello con i rosanero. Intanto non si smentiscono mai i tifosi catanesi che sono tornati alla carica cercando di aggredire i nostri ragazzi che si erano già sistemati sugli autobus per rientrare ad Agrigento. E’stato grazie alla polizia di scorta se non ci sono stati danni a persone o cose. Ma è di calcio che voglio parlare, di calcio giocato e onorato dai giovani allenati da un tecnico che è stato da sempre fiducioso incoraggiandoli e rassicurando tutti.

Un vero Gigante Zanini, il vero protagonista della serata. “Non mi dite che è Zanini ad avere la palla” ha gridato il cronista di Sportube un secondo prima che il pallone finisse in rete “spegnendo” il Massimino e la boria di qualche alto dirigente.

Il Catania le ha tentate tutte ma non sapevamo che il gioiellino Andrea Di Grazia potesse essere anche un bravo “simulatore”. Il suo tuffo in area è stato un capolavoro. Bene, anzi benissimo e un caro saluto all’ex Pino Rigoli. In questo momento di grande euforia per una serata davvero indimenticabile, vorrei ribadire il ruolo del giornalista.

L’Akragas ha avuto dei momenti tristi per tutti, compresi i giornalisti che operano qui e fanno il tifo per la squadra di questa città e riportano, per loro dovere, gli umori della piazza ovviamente senza l’intenzione di ferire nessuno figurarsi i vertici societari che hanno fatto fin qui miracoli per mantenere la categoria. Ebbene, dopo questa premessa, quando si ha voglia di “bacchettare” per qualche commento non gradito, prima di “sparare” magari lasciandosi andare ad offese assolutamente gratuite, forse senza magari neppure comprendere il significato delle parole usate, sarebbe bene andarsi a rileggere tutti gli articoli scritti nel corso delle settimane e mirare casomai nella giusta direzione.
Eugenio Cairone



In questo articolo: