Ais, il neo presidente regionale: “Ascoltare il territorio e dare più spazio alle delegazioni”

Ascoltare il territorio e dare più spazio alle delegazioni”. Inizia con questi presupposti il mandato dell’agrigentino Francesco Baldacchino, 53 anni, alla presidenza regionale dell’Ais (Associazione italiana sommelier). Si è votato in tutte le sezioni allestite dall’Associazione, almeno una per ogni regione, per permettere ad ogni Sommelier associato di esprimere la propria preferenza in ambito nazionale e regionale. In Sicilia l’affluenza è stata significativa: hanno votato più del 70% degli aventi diritto. Il dato è stato subito chiaro per Baldacchino che è anche componente del consiglio nazionale. Il passaggio delle consegne dovrebbe avvenire, ufficialmente, entro un mese. Per lui, già presidente della sezione di Agrigento e Caltanissetta, è stato un successo di voti. C’è tanta voglia di fare all’interno dell’associazione che punta  alla professionalizzazione, attraverso la consolidata didattica ma anche con i corsi e sviluppando i seminari che forniranno ulteriori competenze. “Tra gli impegni imminenti – ci dice il neo presidente regionale dell’Ais– c’è quello di eleggere il presidente nazionale. Di concerto con il mio predecessore, c’è la volontà di dare spazio al territorio, dando più autonomia alle delegazioni provinciali ma anche insistere sull’aggiornamento professionale potenziando sempre più l’associazione affinché il semplice sommelier sia protagonista. Lavoreremo anche sul rafforzamento della comunicazione con il mondo esterno , con il settore enogastronomico e vogliamo sviluppare un dialogo con i consorzi e le associazioni del settore. Il potenziale è immenso ma non potenziato abbastanza. La gente ci chiede di potenziare gli eventi sono quelli che ci portano a rendere più forte l’associazione”.

Chi è il sommelier?

Ma facciamo un passo indietro: chi è il sommelier? Secondo la risoluzione Oiv-Eco 474-2014 (Organizzazione internazionale della vigna e del vino) per sommelier si intende un professionista del settore vitivinicolo e della ristorazione (ristoranti, wine-bar), enoteche o altri attori della distribuzione che raccomandano e servono bevande a livello professionale. Il suo campo di azione riguarda il servizio del vino nell’ambito della ristorazione o negli esercizi in cui si vende vino, nonché la consulenza specializzata agli attori del mercato vinicolo, assicurando una presentazione e un servizio adeguati dei prodotti. Il sommelier ha seguito un corso di formazione che prevede il rilascio di un diploma o di una certificazione conforme alla definizione, al ruolo e alle competenze previsti nella presente risoluzione.