Agrigento. Tassa di soggiorno subito : attiva dal 15 luglio

L’Amministrazione Firetto ha deliberato l’attivazione della tassa di soggiorno che entrerà in vigore a partire dal prossimo 15 luglio. Un provvedimento approvato dalla Giunta Comunale che ha tenuto conto del parere del Consiglio Comunale che il 4 novembre del 2016 si era espresso favorevolmente sul regolamento sull’imposta di soggiorno, proposto dall’Amministrazione. Hanno votato il provvedimento Gerlando Riolo, Elisa Virone, Beniamino Biondi e Calogero Firetto, assenti tutti gli altri.

La tassa è a carico di chi alloggia nelle strutture ricettive comunali ed in particolare è ripartita in questo modo: 1,00 euro per chi alloggia in Alberghi e Residence turistici, affittacamere, casa e appartamenti per vacanze, agriturismo, camping e villaggi turisti  classificati da 1 a 2 stelle. 2 euro per Bed & Breakfast, alberghi e residence classificati in 3 stelle. 3 euro a persona e per numero di pernottamenti per l’intera durata del soggiorno per chi decide di alloggiare in Alberghi e Residenze classificati da 4 a 5 stelle.

Il provvedimento, reso immediatamente esecutivo, è stato necessario per rimpinguare le casse comunali, che come è noto sono vuote. L’operazione, servirà all’Amministrazione Firetto per mettere una nuova pezza sui buchi di bilancio. Le entrate presunte, stimate dai tecnici del Comune, consentiranno di chiudere lo strumento finanziario con una voce positiva. Sulla vicenda ancora prima che approdasse in consiglio Comunale ci fu una levata di scudi da parte delle associazioni di categoria. La tassa di soggiorno, si era detto  infatti, penalizza chi sceglie di venire ad Agrigento per le proprie vacanze, mentre non va ad intaccare le tasche di chi da qui passa  solo per una visita i templi, e va dormire altrove. (DV)



In questo articolo: