Agrigento, Di Rosa: “Firetto punti meno ai fuochi d’artificio e più alla sostanza delle cose”

“Agrigento è già Capitale della Cultura, anche se non ha vinto? Bene: chi vuole sostenere davvero questa città metta mano al proprio portafoglio e contribuisca subito a rilanciare il Consorzio universitario”.  Lo dichiara Giuseppe Di Rosa coordinatore del movimento Mani Libere.
Da quanto comunicato dal sindaco ad oggi- continua– ci sarebbero decine, quasi centinaia, di associazioni culturali e numerosi enti pronti a sostenere la città per gli eventi pensati per festeggiare i 2600 anni dalla sua fondazione. Tantissimi sono stati gli “endorsement”  di personalità di rilievo politico, imprenditoriale e dello spettacolo. Se ognuno di loro mettesse mille euro di tasca, si riuscirebbero a raccogliere risorse economiche importantissime, che io ritengo sia necessario spendere innanzitutto per la salvaguardia del nostro Consorzio Universitario, ormai ridotto ad uno scatolo vuoto e in perenne attesa di un rilancio”.

Io per primo  (come avevo proposto già nel 2014) e con me tanti dei componenti il movimento Mani Libere– conclude Di Rosa- siamo pronti a contribuire per il bene della città di Agrigento e di questa provincia. E’ il momento che l’Amministrazione Firetto – e i suoi numerosissimi supporters – punti meno ai fuochi d’artificio e più alla sostanza delle cose”.