Agrigento, i possibili futuri pretendenti alla poltrona di Sindaco

Agrigento

Viste le recenti questioni legate all’approvazione del Bilancio e le meno recenti riguardanti un malcontento generale, si parla già di chi potrebbero essere i pretendenti alla poltrona di Sindaco.

Non è sicuramente un segreto, da un po’ di tempo la città è stanca di questa amministrazione comunale e in molti hanno chiesto le dimissioni. La città è sempre più sporca, i disservizi sono sempre in aumento, la questione Akragas e il problema del Bilancio che rischia di non essere approvato nei tempi prestabiliti. Insomma, gli ingredienti ci sono tutti, bisogna vedere cosa accadrà nei prossimi giorni.

Intanto si potrebbe fare lista di possibili candidati alla poltrona di Sindaco. Una lista che contiene forti personalità della politica attuale e del passato, personaggi che permetterebbero agli agrigentini di avere un’ampia scelta.

Non poco tempo fa si era parlato dell’ex Assessore Davide Lo Presti, componente della Giunta Zambuto  che dopo molte importanti esperienze politiche potrebbe avere le carte in regola per ambire al posto di Sindaco. Lo Presti è perfettamente consapevole della situazione critica in cui versa il comune attualmente e prendersi questa responsabilità non sarà affatto facile. L’ex Assessore è convinto che la città dovrebbe essere governata da un agrigentino in quanto solo chi ha vissuto in prima persona la città può comprendere i veri problemi.

L’ex Assessore Franco Micciché, componente della Giunta Firetto che si è dimesso nel 2017 per “motivi personali”. Micciché era Assessore con deleghe a Polizia locale e sicurezza, sanita’ , balnearita’ , tutela animali, commercio, artigianato e attivita’ produttive. Ha dato vita a tante iniziative importanti e le sue dimissioni hanno suscitato il malcontento di tante parti politiche a riprova del fatto che sia una persona capace. Uomo che si è sempre distinto per la sua generosità e per l’amore che prova per Agrigento e gli agrigentini.

Totò Iacolino, personaggio politico di spicco ad Agrigento che ha ricoperto ruoli importanti anche in ambito europeo. Iacolino, infatti, è stato eletto al Parlamento Europeo tra le file del Popolo delle Libertà e viene nominato vicepresidente della Commissione per le libertà civili. Dopo che le elezioni regionali dello scorso anno non hanno avuto i risultati sperati, la candidatura a Sindaco potrebbe essere una possibilità.

Ci sono alcune indiscrezioni riguardanti il possibile ritorno dell’ex Sindaco Marco Zambuto. Sindaco di Agrigento già nel 2007, Zambuto è stato rieletto nel 2012 dopo avere vinto il ballottaggio con l’avvocato Pennica. Nel 2014 viene eletto come Presidente del”Assemblea regionale del PD. Dopo appena due anni di mandato si dimette  dalla carica di Sindaco. Chissà se il popolo di Agrigento ha l’intenzione di prendere in considerazione una sua ricandidatura.