Agrigento, lapazze e cantieri ovunque, ormai definitivi?

Girando per le vie della città sembra impossibile non incontrare lapazze e cantieri, ma nessuno che lavora al loro interno. Siamo talmente abituati a vederle che ormai fanno parte del panorama cittadino.

Sono meno le vie non interessate dalla loro presenza che quelle in cui ci sono. Via Dante, Via Empedocle, Viale della Vittoria, Via Esseneto, solo per citare quelle testimoniate dalle foto.
Alcune servono a delimitare aree interessate da frane, altre delimitano muri in procinto di franare e quindi pericolosi, altri ancora non si capisce più a cosa possano servire. L’unica certezza è che ci sono e che non sembra vogliano scomparire.

Di fronte ad uno scenario del genere e in aggiunta ad altre situazioni sconcertanti (spazzatura per le strade, nelle spiagge di San Leone ecc.), a cosa serve inneggiare al protagonismo civico?