Agrigento e la Tassa di soggiorno: gli aspetti tecnici e le scadenze per gli albergatori

Come ormai noto dopo il 15 Luglio partirà l’esperimento “Tassa di soggiorno” ad Agrigento. Gli albergatori si stanno muovendo ed informando su tutto ciò che concerne la novità. C’è in particolare l’aspetto tecnico da rispettare, reso noto nel regolamento comunale.
Il gestore della struttura ricettiva deve effettuare il riversamento al Comune di Agrigento dell’imposta di soggiorno dovuta, entro quindici giorni dalla fine di ogni mese, a mezzo versamento sul c/c bancario intestato al Comune di Agrigento, in contanti nei limiti stabiliti dalla legge presso gli sportelli della banca tesoriera, oppure mediante bonifico bancario; mediante altre forme di versamento che potranno essere attivate e conseguentemente comunicate dall’Amministrazione Comunale, quale l’acquisizione di marche dell’imposta di soggiorno, l’istituzione di un portale dei pagamenti, etc.
Il gestore potrà optare, all’inizio dell’anno, per una delle modalità di versamento dell’imposta di soggiorno sopra indicate.
L’organizzatore di congressi, convegni o viaggi di gruppo, che voglia assolvere l’imposta in luogo del gestore della struttura, dovrà versare il dovuto entro il giorno di avvio del soggiorno e solo con modalità telematica. Il versamento effettuato sarà reso disponibile ai gestori interessati per le eventuali operazioni di conguaglio e controllo.
L’albergatore, in qualità di responsabile del versamento, ha l’obbligo di richiedere l’imposta e riversare l’importo riscosso. Qualora vi sia un rifiuto al pagamento da parte del soggetto passivo d’imposta, il gestore dovrà raccogliere in forma scritta una dichiarazione nominativa, indicante il numero e nome dei soggetti soggiornanti comprensivi di codice fiscale, durata del soggiorno e ogni ulteriore elemento atto a consentire al Comune l’esazione coattiva dell’imposta.

I gestori hanno l’obbligo di dichiarare al Comune di Agrigento, anche nei casi di esenzione, entro quindici giorni dalla fine di ogni mese e comunque non oltre l’eventuale maggior termine stabilito con successivo provvedimento della Giunta Comunale, il numero di coloro che hanno alloggiato presso la propria struttura nel periodo indicato con il numero di notti di permanenza, l’eventuale numero dei soggetti esenti, i soggetti per i quali l’imposta è stata assolta preventivamente dall’organizzatore di congressi e convegni o viaggi di gruppo, l’imposta riscossa e gli estremi del pagamento della medesima, nonché eventuali ulteriori informazioni utili ai fini del computo della stessa, suddividendo i dati per ciascun mese.

La dichiarazione è effettuata sulla base della modulistica predisposta dal Comune ed è trasmessa, di norma, per via telematica.

La Giunta comunale ha deciso poi di rivedere la delibera, riducendo così l’imposta di soggiorno a decorrere dal quarto giorno di pernottamento. Ha ritenuto necessario ridurre il carico dell’imposta per i soggiorni che si protraggono oltre il terzo giorno di pernottamento, al fine di non pregiudicare le forme di turismo stanziale e prendendo in considerazione anche le indicazioni, in merito, emerse durante gli incontri avvenuti con i rappresentanti ed i titolari delle strutture ricettive operanti ad Agrigento. Le tariffe relative all’imposta di soggiorno a decorrere dal 15 Luglio 2017 risultano pertanto le seguenti:  Alberghi e Residence turistico alberghieri 1 e 2 stelle e altre strutture ricettive (affittacamere, case e appartamenti per vacanza, residence, agriturismi e case per ferie, camping e villaggi turistici), € 1,00 per persona e per numero di pernottamenti per i primi 3 giorni ed € 0,10 per persona e per numero di pernottamenti a partire dal quarto giorno e per l’intera durata del soggiorno;  Bed & BreaKfast – Alberghi e Residence turistico alberghieri 3 stelle, € 2,00 per persona e per numero di pernottamenti per i primi 3 giorni ed € 0,20 per persona e per numero di pernottamenti a partire dal quarto giorno e per l’intera durata del soggiorno; Alberghi e Residence turistico alberghieri 4 e 5 stelle, € 3,00 per persona e per numero dì pernottamenti per i primi 3 giorni ed € 0,30 per persona e per numero di pernottamenti a partire dal quarto giorno e per l’intera durata del soggiorno.