Agrigento, la sinistra si organizza e punta su cultura e turismo per la rinascita della città

Incontro promosso dalle forze politiche di sinistra sul tema “Cultura e Turismo svoltosi presso il Caffè Letterario di piazzale Kaos.

I lavori sono stati introdotti dal consigliere comunale di Agrigento, Angela Galvano, dirigente regianale del Movimento Politico “Articolo Uno” la quale ha sottolineato come le forze di sinistra della città proseguono con gli incontri tematici al fine di costruire un programma di sviluppo della città, individuando, proprio nella Cultura e nel Turismo due settori di crescita e di occupazione. L’Ente comune, ha spiegato Galvano, vive una profonda crisi finanziaria anche per le errate scelte effettuate dall’amministrazione uscente. Una crisi che però parte da lontano ed è per questo che occorre invertire la rotta. La sinistra intende pertanto recepire le istanze che provengono dai cittadini e dai diversi movimenti spontanei che animano il dibattito politico locale. L’obiettivo è quello di offrire agli elettori una proposta alternativa di programma a quanti oggi si propongono a sindaco. La sinistra agrigentina intende contrastare il vento di destra che sembra soffiare su Agrigento. E’ una sfida politica difficile e per questo- ha concluso Galvano-  metteremo tutto il nostro impegno e la nostra passione così come abbiamo fatto sino ad oggi.

Il coordinatore regionale di Risorgimento Socialista, Nino Randisi, ha espresso un giudizio “tranchant” sulla attuale situazione politica. “Agrigento, secondo le recenti classifiche stilate annualmente da giornali specializzati e da alcune Università, è la città d’Italia dove si vive peggio. Carente sotto tutti gli aspetti (lavoro, istruzione, tempo libero) a causa di un’amministrazione che a stento riesce oggi a garantire l’ordinarietà. La classe politica del recente passato e quella attuale, ha decisamente fallito e quindi bisogna voltare pagina, partendo innanzitutto dalla realizzazione di un progranmma concreto e fattibile di sviluppo, che proprio nei settori della Cultura e del Turismo può fondare la sua reale rinascita. Per far ciò serve anche una macchina organizzativa comunale all’altezza dei compiti. 

Per il segretario provinciale di Sinistra Italiana, Pippo Di Falco, in tema di cultura la città ha tutti gli strumenti per potere crescere, sapendo però ben valorizzare le importanti risorse che possiede. La Valle dei Templi, la zona archeologica, la Kolymbetra, etc hanno dimostrato nel tempo che sono uno straordinario strumento di promozione del turismo. Quindi occorre lavorare in questa direzione.

I lavori hanno visto la partecipazione attenta di molti cittadini che, intervenuti, hanno proposto e suggerito idee per il miglioramento e il progresso economico, sociale e culturale di Agrigento. Tra gli interventi, infine, quello del rapprsentante provinciale del Movimento politico delle “Sardine” Federico Napoli, il quale, ha fatto riferimento alla questione della mafia, del pizzo e dell’usura. Argomenti,questi, che- come ha assicurato il coordinatore regionale di Risorgimento Socialista, Nino Randisi- faranno parte integrante del programma della coalizione, perchè senza libertà dalle mafie non c’è sviluppo e  crescità per la comunità.

 

Nella foto – Da sinistra Pippo Di Falco, al centro Angela Galvano e Nino Randisi