Agrigento, indignazione per le accuse contro il trenino natalizio

agrigento

Agrigento – Dura risposta da parte dei gestori del servizio del trenino turistico che è stato messo a disposizione solo pochi giorni fa ad Agrigento. Infatti, il cosiddetto “trenino lillipuziano” è stato oggetto di critiche fin dal suo primo giorno di servizio, a tal punto da essere il protagonista di quasi tutte le testate giornalistiche locali. La critica è stata alimentata anche dalla richiesta da parte dei Consiglieri Nuccia Palermo e Gerlando Gibilaro di verificare l’esistenza delle necessarie autorizzazioni per svolgere il servizio, nonché dell’omologazione del mezzo. A questo punto la società “il Sestante” non ci sta e replica a queste accuse.

Agrigento, città ancora non pronta a novità turistiche di alcun genere

La risposta alle critiche si basa sul fatto che ad Agrigento le novità non vengono mai accolte positivamente e che ogni elemento nuovo è oggetto di attacchi reali e politici. I vasi che erano stati posizionati lungo il Viale della Vittoria e che sono stati distrutti dagli incivili rappresentano un esempio abbastanza esplicativo di questo concetto.
“Siamo contenti che i nostri consiglieri abbiano a cuore l’incolumità dei passeggeri, tuttavia a questo punto sarebbe opportuno effettuare delle verifiche anche sui mezzi che effettuano il servizio Taxi o meglio navetta dei parcheggi della valle dei templi.”
Queste sono le parole rilasciate all’interno di un comunicato stampa da chi gestisce il servizio del trenino.



In questo articolo: