Agrigento, in semilibertà investe un centauro e fugge

Gli agenti della “Squadra Volante” di Agrigento hanno denunciato  G.S., agrigentino, classe 1969, in atto sottoposto a regime di semilibertà, con obbligo di rientro per ivi pernottare, presso il carcere di Agrigento. L’uomo è stato rintracciato dagli agenti, dopo che erano scattate le indagini a seguito di un incidente verificatosi a Villaseta. Attraverso testimonianze, i poliziotti, hanno appurato, che G.S. era alla guida di  un Fiat Doblò, e dopo aver effettuato una manovra azzardata tagliava la strada al ciclomotore condotto da un sedicenne del luogo che, nella circostanza, rovinava sull’asfalto procurandosi lesioni giudicate guaribili in 10 giorni. Il conducente del veicolo che provocava il sinistro, anziché fermarsi per prestare i soccorsi al malcapitato conducente del ciclomotore a terra dolorante, si allontanava dal luogo del sinistro. Il centauro veniva soccorso dai passanti che richiedevano l’intervento delle forze dell’ordine, alle quali segnalavano la targa dell’auto in fuga e del “118”.

Durante l’attività svolta dagli agenti, G.S. veniva sottoposto ad accertamenti alcolemici che davano esito positivo.

Per tali motivi G.S. veniva denunciato in stato di libertà per il reato di omissione di soccorso; allo stesso sono state contestate tutte le sanzioni amministrative previste, il ritiro della patente di guida ed il fermo amministrativo del veicolo per 180 giorni.