Agrigento, consiglio approva aumento appalto rifiuti: opposizione scrive al Vescovo

consiglio comunale

L’opposizione in Aula Sollano continua a schierarsi in difesa della città contestando l’aumento del costo della raccolta dei rifiuti approvato dal consiglio comunale di Agrigento. Dieci consiglieri di opposizione hanno depositato una richiesta alla presidenza del consiglio di indire una seduta pubblica aperta a tutti i cittadini, alle forze sociali, sindacati, alle istituzioni, al SE il Prefetto ed al Vescovo della città di Agrigento per discutere sui problemi relativi alla gestione , organizzazione e costi della raccolta dei rifiuti in città. È l’unico modo per far comprendere a questa amministrazione i disagi che stanno causando alla città alcune scelte del settore ambiente rifiuti con a capo il sindaco e l’assessore Fontana. Sino adesso tutti gli appelli fatti all’amministrazione in consiglio comunale dai consiglieri di opposizione per una diversa e più efficace organizzazione della raccolta differenziata sono risultati vani per cui non è data altra scelta che portare la città in Aula Sollano in maniera tale che questa amministrazione si confronti direttamente con i cittadini ed esca dalle stanze in cui è arroccata. Sarà una grande opportunità per i cittadini , al di là degli schieramenti politici, di far valere i propri diritti e far capire che amministrare non significa solo esercizio di un potere assoluto, cosa sino adesso esercitata dall’amministrazione Firetto, ma ascoltare la gente e venire incontro alle esigenze. Di questo passo il sindaco di Agrigento verrà ricordato come il Sindaco delle tasse e l’assessore Fontana per aver avviato la differenziata ad Agrigento nella maniera più violenta è sbagliata che si potesse immaginare.