Agrigento, Chiuso il viadotto Morandi. (Gli interventi politici e le inchieste)

La Procura ha aperto un’inchiesta dopo il “caso” Viadotto Morandi. Il procuratore Patronaggio ha aperto un fascicolo per accertare se il viadotto costituisca un pericolo per la pubblica incolumità.

Intanto l’ANAS ha predisposto la chiusura.

Agrigento, chiuso il viadotto Morandi per motivi di sicurezza dopo il servizio del Tg1 e le sollecitazioni di Mareamico. Mentre l’Anas sta appaltando i lavori di messa in sicurezza, è notizia di questa mattina che la Procura di Agrigento ha aperto un inchiesta per fare chiarezza su tutta la vicenda. 

SINDACO AGRIGENTO, FIRETTO SU CHIUSURA VIADOTTO AKRAGAS

Chiediamo urgentemente all’Anas che inizino i lavori e che la riapertura riconsegni una struttura sicura ed in grado di superare i diffusi timori. Si tratti di un intervento che coinvolga la globalità delle azioni che Anas ci ha dichiarato essere programmate ma allo stato non del tutto finanziate. Si preveda quindi l’integrale finanziamento di tutti gli interventi ritenuti necessari!“. 

Così il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto sulla chiusura del viadotto Akragas per attività propedeutiche alla cantierizzazione.

E’ stata presentata dai deputati nazionali Capodicasa e Zappulla , aderenti al gruppo parlamentare alla Camera  del  Movimento Democratici e Progressisti, un’ interpellanza  sulle  condizioni disastrose in cui versa lo stato della viabilità in Sicilia e  in particolare sulle condizioni del  viadotto ” Morandi “, che collega Agrigento con la strada a scorrimento veloce Caltanissetta-Porto Empedocle . 

“ I disagi che gli automobilisti devono fronteggiare per le carenze infrastrutturali, e  per  le interruzioni delle strade  dovute a lavori in corso, ormai protratti ben oltre i tempi previsti dai rispettivi contratti  di appalto, sono innumerevoli e gli stessi disagi sono presenti anche in  alcune tratte non interessate da lavori, in queste  sono frequentissime le interruzioni ed i restringimenti di carreggiata. Ma a suscitare maggiore  preoccupazione sono i tratti realizzati su viadotto che spesso, per la loro vetustà e la mancata manutenzione, versano in condizioni allarmanti. Diversi sono stati  gli episodi di crolli di interi tratti di viadotto, verificatisi nel recente passato in Sicilia ed altrove, questi  suscitano allarme e preoccupazione tra gli automobilisti e tra gli utenti della rete stradale ed autostradale.

 L’ultimo episodio riguarda il viadotto “Akragas” o altrimenti detto “Morandi”. Le immagini diffuse dai media, compresa una trasmissione nazionale della Rai, hanno mostrato con apposito servizio, le condizioni in cui versano i piloni, con l’armatura in ferro scoperta ed il cemento che si sgretola in tantissimi punti. Tutto ciò   desta preoccupazione e allarme tra gli automobilisti, tanto che  il traffico sul viadotto si é drasticamente ridotto. Tale situazione non può essere tollerata e richiede subito una parola di chiarezza da parte degli organi tecnici e dell’Anas, che devono dire, senza equivoci, se si corrono dei rischi ad attraversare il viadotto (nel qual caso va subito chiuso al traffico), oppure no.

 Al Ministro chiediamo di acquisire  tempestivamente elementi relativi allo stato del viadotto Morandi e di  intervenire con misure atte a tranquillizzare gli utenti delle strade e la popolazione tutta.