La Fortitudo è un’orchestra: al PalaMoncada suona la decima vittoria di fila travolgendo la GeVi Napoli83 a 68

Il ruolino di marcia della Fortitudonon conosce ostacoli, allunga a diecila striscia di vittorie casalinghe consecutive (12/13 totali) e travolge la GeVi Napoli con il punteggio di 83 a 68.

La vittoria sui partenopei consente l’aggancio del secondo posto in classifica nel Girone Ovest a quota 32 punti.

Quello della squadra di Cagnardi è stato un assolo che ha trovato il suo momento più acuto nel terzo quartochiuso con un parziale di 31 a 7 grazieall’eccellente difesa abbinata ad un attacco stratosferico guidato da un Easley in formato doppia-doppia (22 punti e 11 rimbalzi) che ha resopraticamente inutili i dieci minuti finali.

Insieme all’americano, brillano anche Pepe autore di 17 punti, De Nicolao15, Ambrosin 11 e James 12.

Sul versante opposto c’era una formazione in serie positiva da quattro turni che ha pagato la serata negativa dei suoi americani Roderick (7 punti) e Sherrod (5) e a  cui non è bastata l’ottima performance di Sandri autore di 19 punti seguito da Iannuzzi con 18.

Torna Christian James nello startingfive di coach Cagnardi insieme a De Nicolao Ambrosin, Chiarastella e Easley; coach Sacripanti risponde con Monaldi, Chessa, Roderick, Sandri e Sherrod.

Primo quarto di marca biancazzurra con i padroni di casa che, alla prima sirena, chiudono avanti (23 – 19).

Nel secondo quarto tuttavia gli ospiti vengono fuori grazie alla vena realizzativa di un ottimo Iannuzziarrivato già a quota 14 punti.

Il lungo partenopeo, infatti, sfrutta a dovere i centimetri sotto i tabelloniconsentendo di ricucire lo strappo checon Mastellari si concretizza insorpasso (25 – 28).

I padroni di casa, tuttavia, evitano di naufragare e, rimanendo a contatto,chiudono la seconda frazione sotto di un solo possesso (37 – 39).

Ma dalla pausa lunga Agrigento esceletteralmente trasformata e dopo un avvio in cui le due squadre lottano punto a punto a metà frazione dilaga ritoccando di continuo il vantaggio che arriva al +22 con cui si chiude la terza frazione (68 – 46).

Nell’ultimo quarto il picco tocca 27punti di vantaggio e, di fatto, a parte qualche fiammata ospite concretizzata dall’ottimo Sandri, non succede più nulla fino alla sirena che fissa il punteggio 83 a 68.

Adesso rimane da affrontare l’ultima trasferta al PalaOltrepò di Tortonacontro la Bertram; archiviata la regular season, per i biancazzurri si accenderanno i riflettori della Coppa Italia in programma dal 6 all’8 marzo a Ravenna.

M Rinnovabili Agrigento 83 

Gevi Napoli 68 

M Rinnovabili Agrigento : Rotondo, Moricca 1, De Nicolao 15, Veronesi, Chiarastella, Ambrosin 11, Indelicato, James 12, Moretti 5, Pepe 17, Easley 22. All.: Cagnardi.

Gevi Napoli: Erkmaa, Guarino, Mastellari 4, Iannuzzi 18, Roderick 7, Klacar, Chessa 4, Sandri 19, Janelidze 3, Monaldi 7 , Sherrod 5. All.: Scarpinati

Arbitri: Catani, Saraceni, D’Amato

Note: parziali: 23-19, 14-20, 31-7, 15-22

FOTO Francesco Novara