Accusato di avere incendiato bosco: condannato presunto piromane

Il giudice monocratico del Tribunale di Sciacca, Dino Toscano, ha inflitto la condanna ad 1 anno di reclusione, pena sospesa, al saccense Paolo La Bella, di 37 anni, accusato di avere appiccato l’incendio, nel luglio 2017, nel bosco di Pierderici.

Il giudice ha disposto anche un’ammenda di 1.000 euro, per il porto di un coltello a serramanico con lama di 7 centimetri. La Procura, che aveva ottenuto il giudizio immediato, aveva chiesto un anno e sei mesi, mentre la difesa, con l’avvocato Giuseppe Scorsone, l’assoluzione.

Il rogo distrusse 6 ettari di bosco, con un danno economico, quantificato dall’Ispettorato ripartimentale delle Foreste di Agrigento, in quasi 7 milioni di euro, e provocò l’evacuazione di una scuola e di tre palazzine. La Bella venne bloccato poco più tardi come presunto responsabile dai carabinieri della Compagnia di Sciacca.