Accusati di tentata estorsione, chiesto il rinvio a giudizio di quattro indagati

Il pubblico ministero della Dda di Palermo, Alessia Sinatra chiede il rinvio a giudizio per il collaboratore di giustizia Vito Bucceri, di 50 anni, Giuseppe Alesi, di 52 anni, e Tommaso Gulotta, di 57 anni, tutti di Menfi, e per Pietro Campo, di 65 anni, di Santa Margherita Belice. Sono accusati di tentata estorsione. Lo riporta oggi il Giornale di Sicilia.

I quattro, in concorso tra loro e con un’altra persona, avrebbero compiuto atti idonei a costringere un uomo di Castelvetrano a presentare le dimissioni da una società che operava nel settore dei carburanti, rinunciando al pagamento degli stipendi arretrati, e delle altre spettanze economiche derivanti dal suo rapporto di lavoro.

La vittima ha presentato denuncia ai carabinieri di Menfi. L’udienza preliminare si terrà il 21 dicembre prossimo dinanzi al Gup del Tribunale di Palermo, Cristina Lo Bue. Si tratta di una vicenda venuta fuori dalle carte del processo di mafia “Opuntia”, nel quale quasi tutti gli imputati sono stati assolti.