Abusi sessuali e violenza privata, chiesto rinvio a giudizio di medico

E’ accusato di violenza sessuale e violenza privata, su una collaboratrice, che all’epoca del fatto non aveva compiuto ancora diciotto anni, che si occupava di aiutarlo in alcune pratiche di natura amministrativa. Il pubblico ministero Sara Varazi ha chiesto il rinvio a giudizio di un medico di 74enne, di Canicattì (difeso dagli avvocati Angela Porcello e Salvatrice Sarcà).

L’udienza preliminare è stata fissata per il 14 dicembre prossimo davanti al Gup del Tribunale di Agrigento, Luisa Turco. La vicenda risale fra la fine di marzo e aprile di l’anno scorso. Secondo il racconto della giovane donna, che ha presentato una denuncia ai carabinieri, il medico l’avrebbe palpeggiata, e costretta a subire abusi sessuali.

La presunta vittima di molestie, insieme ai familiari, ha chiesto di costituirsi parte civile.