640 Agrigento-Caltanissetta: “la grande incompiuta”. Presentata interrogazione

Annunci su annunci ma la “luce” per la statale 640 ancora non si vede. La Agrigento- Caltanissetta può  definirsi  la grande incompiuta, “come la sinfonia di Schubert- tuona il deputato regionale, Carmelo Pullara- solo che qui parliamo di una strada importante che se pur costruita per la maggior parte se non viene completata è una strada senza senso che non serve.”
Pullara, Presidente e segretario organizzativo di ONDA Movimento Popolare Regionalista continua: “La 640 che collega Agrigento con Caltanissetta, ridenominata Strada degli Scrittori è un’arteria fondamentale di collegamento che interseca la Sicilia e che permette da Agrigento, territorio privo di una rete autostradale, di raggiugere l’autostrada A19 Palermo Catania attraverso lo svincolo di Caltanissetta. Qualora fosse completata, i siciliani ormai attendono da decenni, agevolerebbe notevolmente la mobilità di mezzi con una infrastruttura necessaria per la collettività che ne beneficerebbe in termini economici a favore del turismo, del trasporto urbano e del trasporto logistico.
A tutt’oggi -continua Pullara-i lavori sulla Galleria Caltanissetta, lunga ben 8 chilometri sono fermi ormai da qualche anno. Un peccato considerato che la stragrande maggioranza delle opere è stata ultimata. Per mettere in funzione il traforo mancherebbero le opere cosiddette complementari. E’ previsto da normative europee che gallerie così lunghe debbano avere una via di fuga ogni 4 chilometri. Queste opere non sono state mai realizzate e così tutto quello che è stato finora fatto viene vanificato da questo problema, con buona pace dei pazienti automobilisti siciliani costretti da diversi anni a deviazioni lunghissime lungo la Gela-Caltanissetta. La provincia di Agrigento -sottolinea il deputato regionale-è considerata tra le province italiane quella più difficili e faticose da raggiungere considerato la mediocre rete stradale.” Pullara annuncia di aver presentato una interrogazione all’Assessore regionale alle Infrastrutture e mobilità per sapere “se corrisponde al vero quanto descritto e quali sono le reali difficoltà per completare i lavori. Ho chiesto se si è a conoscenza dei tempi certi di completamento dei lavori con la conseguente totale fruibilità della 640. Nella nostra provincia di Agrigento ci sono troppe cose rimaste incompiute o addirittura molte neanche iniziate, almeno questa cerchiamo di completarla.”