π†π’π¨π«π§πšπ­πš 𝐝𝐞π₯π₯𝐚 𝐦𝐞𝐦𝐨𝐫𝐒𝐚 𝐞 𝐝𝐞π₯π₯’𝐚𝐜𝐜𝐨𝐠π₯𝐒𝐞𝐧𝐳𝐚, UIL: β€œRicorrenza che serva a promuovere impegno”

Dal 2016 il 3 ottobre Γ¨ diventato la Giornata Mondiale della Memoria e dell’Accoglienza in virtΓΉ della legge 45/2016. La ricorrenza Γ¨ stata istituita per ricordare e commemorare tutte le vittime dell’immigrazione e promuovere iniziative di sensibilizzazione e solidarietΓ . La data del 3 ottobre ricorda un evento drammatico, ma non certo isolato. Il naufragio avvenuto a Lampedusa proprio quel giorno, nel 2013.Β Una delle piΓΉ grandi tragedie del mare dove persero la vita 368 migranti dei 500 a bordo del barcone incendiato.

Dal quel terribile giorno ad oggi,ben oltre 22.000 rifugiati e migranti sono morti o risultano dispersi nel mar Mediterraneo. β€œLa Giornata della Memoria e dell’Accoglienza Γ¨ una ricorrenza importante in cui promuovere riflessioni e impegni perchΓ© le persone in fuga da guerre, violenze e persecuzioni possano arrivare in un luogo sicuro senza dover rischiare in viaggi pericolosi e traumatici per il resto della vita dell’individuo- dice in una nota il segretario della Uil Β agrigentina, Gero Acquisto-. Β Non dobbiamo abituarci all’idea che gli sbarchi causino morte, mai, difatti,
ogni anno a Lampedusa viene organizzato un evento commemorativo che riunisce tutti nel dolore appunto della memoria, e in seno all’accoglienza dell’altro; con l’auspicio di abbattere la β€œpaura dell’altro” superando ogni forma di chiusura, diffidenza, indifferenza, rifiuto ed egoismo nei confronti di chi, ancora oggi- conclude il sindacalista- fa fatica ad aprire il cuore, nei confronti di esseri umani che cercano solo un futuro migliore.”