Il traliccio Tim saluta San Leone, Armando Corsini: vi spiego io la vicenda



La ricezione della rete TIM nella zona adesso è insoddisfacente.

Corsini, da contratto dovevano andare via il 30 settembre.

Armando Corsini interviene in merito all’articolo pubblicato da questo giornalistica in riferimento dal titolo: Niente più traliccio della Tim a San Leone ma “bye bye” ricezione, “Come proprietario del terreno su cui è ubicato il ripetitore – spiega Corsini –  tengo a fare chiarezza sulla vicenda ed a sottolineare che il ripetitore è stato rimosso né per le proteste delle associazioni Legambiente e Mareamico, né per proteste di qualche vicino, ma solo perchè il 30 settembre scadeva il contratto di locazione stagionale (di 4 mesi) il sottoscritto e la TIM S.P.A.. Infatti – continua l’Avvocato Corsini –  il contratto stipulato nello scorso aprile con la TIM S.P.A. aveva una durata “solo” dall’1 giugno 2017 al 30 settembre 2017 ed aveva lo scopo di porre un rimedio al molto scarso segnale di copertura nel cuore della nostra San Leone nel periodo di maggior flusso balneare e turistico che vedeva le presenze nella località decuplicare. Inoltre, tengo ad informare la cittadinanza sulla presenza di numerosi ripetitori sparsi per la città e a chiarire che la rimozione (da contratto) del ripetitore tra viale Emporium e viale dei Pini, a parte privare i residenti non stagionali di un fondamentale servizio di copertura in una zona isolata e pertanto a danneggiarli, non porterà perdipiù nessun beneficio di salute ai residenti perché il fatto di avere scarsa copertura nella zona comporterà durante l’uso dei cellulari più di un raddoppio delle onde elettromagnetiche necessarie per agganciarsi e sganciarsi alle varie reti presenti per la fruizione dei telefonini nei pressi nostri apparati uditivi e pertanto li danneggerà da ogni punto di vista (il medesimo motivo per cui si sconsiglia vivamente l’uso dei cellulari anche con sistemi bluetooth mentre si viaggia in auto). Infine sottolineo che il sottoscritto risiede per “tutto l’anno” con 2 bambini, di tenera età, in un villino proprio difronte l’ex ripetitore TIM e che mai avrebbe permesso l’installazione se avesse nuociuto alla salute dei propri figli. Detto ciò qualora i residenti non stagionali ritengano ora che la ricezione della rete TIM nella zona sia totalmente insoddisfacente, provino adesso a porre rimostranze alla suddetta compagnia telefonica magari proponendole un rinnovo contrattuale anche per il periodo invernale”.  Adesso, pur abitando a San Leone diverse centinaia di famiglie, il segnale Tim è assente. Ci si augura che la compagnia di telefonia mobile intervenga per garantire una corretta copertura del segnale.

Ultima modifica: 1 ottobre 2017