Soluzioni per la sbavatura: si punta sempre di più sull’automazione

In questo momento storico, il mondo dell’industria sta vivendo una vera e propria rivoluzione: grazie allo sviluppo di nuove tecnologie infatti, tantissimi processi vengono reinventati, in maniera tale da ridurre al minimo le possibilità di errori. 

Si pensi in tal senso all’uso sempre più diffuso di macchine robotizzate nelle filiere produttive più variegate. Un uso che è figlio di dati decisamente impressionanti: stando a recenti studi di settore infatti, ricorrere all’automazione consente di fare aumentare il tasso di crescita annuo di circa l’1,5% globale. Un vantaggio davvero notevole che, tra l’altro, opera tanto a livello macroeconomico quanto a livello microeconomico, andando di fatto a generare un doppio impatto

Da una parte si verificherà una riduzione per quello che riguarda il costo del lavoro, dall’altra si assisterà ad un miglioramento netto per quanto concerne la qualità dello stesso.

Perché preferire le macchine robotizzate per la sbavatura

Uno dei processi industriali in grado di beneficiare maggiormente dell’adozione dei robot è senza dubbio quello della sbavatura. Si tratta di quell’insieme di operazioni che permettono di eliminare tutto il materiale in eccesso – le cosiddette “bave” – che va talvolta a crearsi durante determinate tipologie di lavorazioni.

L’automazione come soluzione per la sbavatura permette, quindi, di ottimizzare la produzione, caratteristica che permette di impattare favorevolmente sia sui costi di gestione sia sulla competitività dell’azienda nel settore.

L’utilizzo di macchine automatizzate consente, ad esempio, di ottenere una semplificazione delle procedure: una diretta conseguenza dell’automatizzazione di una filiera, che permette di certificare ogni processo e portare praticamente allo zero il numero di pezzi non conformi a tutte le specifiche indicate in fase di pianificazione del lavoro di produzione. 

Questa ottimizzazione produttiva ha conseguenze positive anche sulla qualità dell’ambiente di lavoro: le migliori macchine robotizzate per la sbavatura, infatti, essendo progettate per restare isolate dall’ambiente circostante, garantiscono un aumento della sicurezza all’interno delle aziende che, quindi, potranno adattarsi più facilmente anche alle normative vigenti. 

Tutti questi miglioramenti si traducono in veri e propri guadagni. Come già detto, l’automatizzazione della sbavatura permette infatti all’azienda di ridurre gli sprechi in maniera notevole: le macchine vengono avviate soltanto dopo un’accurata fase di rodaggio ed entrano in funzione esclusivamente una volta perfezionati i processi. 

Questo porta all’azzeramento dei tempi morti e dei passaggi a vuoto: il tutto favorirà la formazione di una nuova filiera più rapida e con meno errori, che, com’è facile immaginare, porta ad un aumento generale della produttività. Il tutto senza mai dimenticare che l’utilizzo di macchine automatizzate consente persino di allungare la vita degli utensili utilizzati, visto che l’abbattimento delle tempistiche coincide anche con la riduzione dell’usura di parti e/o componenti. 

Come assicurarsi robot per la sbavatura altamente performanti 

Naturalmente, per ottenere ottimi risultati e crescere sul mercato è innanzitutto fondamentale disporre sempre di macchinari di qualità che garantiscano prestazioni elevate e durevolezza. 

Per questo motivo è fondamentale rivolgersi ad aziende specializzate nel settore, come ad esempio Trebi, un’eccellenza nella progettazione e nella realizzazione di robot per la sbavatura, che opera in questo campo da ormai più di trent’anni.

Sul sito ufficiale dell’azienda, attraverso la compilazione di un form apposito, è possibile richiedere una vera e propria simulazione personalizzata, mediante la quale è possibile comprendere l’effettiva entità della riduzione di consumi e dei tempi di ciclo di cui si potrebbe usufruire acquistando nuovi macchinari robotizzati.