Sequestrati 20 chili di alimenti scaduti in un locale. Sospesa attività

Venti chili di alimenti scaduti o privi di tracciabilità sono stati sequestrati in un locale della via Atenea. Nel corso dell’ispezione sono state riscontrate altre irregolarità di natura igienico – sanitaria. Il locale è stato sottoposto a sospensione dell’attività lavorativa.

Tutto quanto, l’altra sera, durante una serie di controlli effettuati dai carabinieri del Comando provinciale di Agrigento, unitamente al personale del nucleo Ispettorato del Lavoro di Villaggio Mosè, e ai loro colleghi del Centro Anticrimine Natura.

Nel dettaglio, in un locale di ristorazione del “salotto cittadino”, di proprietà di un agrigentino cinquantenne, trovati alimenti scaduti, e sono stati posti sotto sequestro, e avviati alla distruzione. Con le violazioni accertate, anche di carattere amministrativo, al proprietario sono state elevate sanzioni per 4mila euro.