Provincia devastata dal mal tempo, San Leone e Villaggio Peruzzo ancora nel fango

La conta dei danni è inclemente. Bivona, Santo Stefano Quisquina e Cammarata sono praticamente distrutte. A Menfi 100 case di Lido Fiori sono state invase dal fango, alcuni agrumeti nella zona dell’alto Verdura, tra Villafranca, Lucca e Burgio, pesantemente danneggiati. La gran parte dei sindaci hanno dichiarato lo stato di calamità. Per Cammarata, dove anche ieri la conta dei danni risultava essere ancora in corso, sembra essere invece soltanto una questione di ore. Stato di calamità naturale – per i danni subiti: colture e attività zootecniche e produttive devastate e immobili dei cittadini danneggiati – anche per Licata. Durante una riunione a Villafranca Sicula i sindaci dei Comuni della zona hanno sollecitato interventi straordinari.

Al Villaggio Peruzzo, quartiere di Agrigento dove è esondato il fiume Akragas anche ieri operai e mezzi – per conto del Comune – sono tardati ad arrivare. Molte strade non sono state ripulite. Una decina le persone che sono rimaste ancora fuori casa. Nel frattempo i residenti protestano.