Protestano gli infermieri siciliani. “Grave carenza personale”

C’era anche una rappresentanza della provincia di Agrigento, allo sciopero degli infermieri a Palermo, organizzato dal Nursind, sindacato delle professioni infermieristiche. Ed hanno aderito anche l’Asoss in rappresentanza degli operatori socio sanitari, e diverse altre sigle e associazioni. Una protesta per chiedere maggiore dignità a una categoria allo stremo ed ancora oggi alle prese con l’emergenza Covid, e maggiore considerazione delle istituzioni regionali.

Gli ospedali siciliani da tempo sono al collasso, e non fanno altro che acutizzare il senso di profondo disagio vissuto dal personale sanitario che combatte, oramai da anni, contro organici ridotti, e promesse fino a oggi non mantenute. La manifestazione di questa mattina si è tenuta davanti a Palazzo d’Orleans, ed erano presenti infermieri provenienti da tutte le province dell’Isola. La prima richiesta sembra essere quella del personale da aumentare negli ospedali siciliani, e “garantire le dotazioni organiche anche aumentando i tetti di spesa”.

“Chiediamo istituzioni più vicine, l’aumento del numero di operatori sanitari nelle aziende e che vengano attivati gli infermieri di famiglia e l’assistenza domiciliare. La situazione deve migliorare non solo per quanto riguarda l’emergenza Covid, ma anche per affrontare meglio tutte le patologie”, ha detto uno degli infermieri agrigentini.