AgrigentoOggi

Pol. Caccamo, Rassy Gullo a 360°: “I nostri tifosi ci coccolano. I giovani la vera forza…”

Caccamo sta vivendo un sogno e ad analizzare il magico momento ci ha pensato Rassy Gullo team manager della società del patron Gammino:

 

 

Manca sempre meno al big match col Dattilo. Come stai vivendo questo countdown?

Senza particolari tensioni, perché tutto quello che stiamo vivendo è un premio ai sacrifici fatti in questi anni e adesso raccogliamo i frutti. Poi magari sabato notte non si dorme …

Per uno che ha indossato questa maglia ed adesso la vive da dirigente, che emozione si prova a vedere la sua squadra nella griglia play off in Eccellenza?

Per me che ho indossato questa maglia è un onore rappresentarla, in un certo senso mi riprendo quello che per degli errori di gioventù ho lasciato a metà strada a inizi anni 90.

Il tuo ruolo all’interno della società?

Quest’anno diciamo che vivo la squadra 7 giorni su 7. In pratica vivo con la squadra e mi sento uno di loro anche in campo. Diciamo che svolgo il ruolo del team manager.

E’ prevista qualche iniziativa (scenografie o altro) in vista della gara di domenica?

I nostri tifosi ci coccolano e sono sicuro che domenica il Nicasio Puccio sarà una bolgia e un colpo d’occhio giallorosso.

In quasi tutte le realtà calcistiche c’è sempre chi lavora dietro le quinte. In casa Caccamo c’è chi merita tanti elogi e gratitudine per il proprio operato?

Mi sembra giusto menzionare due persone che si spendono tanto per questa squadra e sono: Vincenzo Carollo e Giuseppe Galbo.

Serie D: sogno o possibile realtà?

La serie D per noi rimane un sogno e oggi essere qui a giocarcela è motivo d’orgoglio.

Si parla tanto di Scillufo, Virga, Cutaia e dei fratelli Clemente ed è giusto così. Ma i giovani quanto sono stati e saranno importanti per la stagione del Caccamo?

Mi preme mettere in evidenza i nostri giovani locali Francesco Ventura, Salvatore Galbo e Salvatore Perna che già sono dei pilastri della prima squadra e i vari Priolo, Nicosia, Lo Verso, Di Giovanni, Riina e Cosenza che si fanno trovare sempre pronti all’occorrenza e poi abbiamo un ragazzo degli allievi, Michele Peri che sicuramente in futuro ne sentiremo parlare.

Grazie Angelo del tempo concessomi!

 

(foto Pino Sunseri e Lando Alduina)