Oggi la Lega Sicula decide il futuro dell’Akragas 2.0, Amico costituisce una Asd

AGRIGENTO. E’ arrivato il giorno delle decisioni: la Figc siciliana, oggi pomeriggio diffonderà la composizione dei due gironi di Eccellenza e i quattro di Promozione. Alle 16 infatti, si conosceranno le squadre che prenderanno parte ai due campionati nella stagione 2018/19.

Nei prossimi giorni sarà pubblicato il quadro delle eliminatorie per i tornei della Coppa Italia. Le relative delibere saranno adottate dal Direttivo regionale presieduto dall’ingegnere Santino Lo Presti, dopo l’approvazione delle graduatorie relative alle domande per possibili ripescaggi.

Ed all’attenzione della Lega sicula ci sarà anche il “Caso Akragas”. In una lettera, scritta dal sindaco di Agrigento, Lillo Firetto e dall’assessore allo Sport, Giovanni Amico, ed indirizzata al massimo dirigente della Federazione italiana del gioco del calcio in Sicilia, Santino Lo Presti, viene chiesto di iscrivere una squadra agrigentina nel massimo campionato regionale, quello di Eccellenza, o in alternativa nel campionato di Promozione.

Insomma c’è il tentativo da parte del sindaco Firetto e dell’assessore Amico di poter “ipotecare” un posto nel massimo campionato siciliano. Appare aleatorio il fatto che la Figc possa accogliere una richiesta simile, anche perchè, essendo l’Eccellenza una sorta di “Serie A” siciliana, non si può iscrivere al massimo campionato una squadra sulla base di una lettera con carta intestata del Comune. E cosa più improbabile è quella di lasciare una “casella vuota” nel campionato di Eccellenza o Promozione, in attesa di conoscere l’eventuale compagine societaria.

L’assessore Amico ha svelato che a costituire l’associazione sportiva è stato lui stesso con un amico che non si è mai occupato di calcio. 

Al massimo, ma proprio in maniera eccezionale, la nuova Akragas 2.0 potrebbe essere iscritta d’ufficio al campionato di Prima categoria.