Nuova impresa per Agrigento: vince a Bergamo 89-79

Nuova impresa della Fortitudo Agrigento che a Bergamo si impone per 89-79, ottiene il quarto successo stagionale e mantiene la testa della classifica. Dopo un avvio forte, il primo tempo a tratti dominato, si chiude 46-45 per i locali. Arriva la scossa nel secondo tempo con il solito Jalen Cannon a guidare la squadra: 17 punti, 8 rimbalzi, 1 assist e 3 falli subiti per l’infaticabile americano. Ottima anche la prova di Amir Bell con 13 punti e 3 assist e di Capitan Evangelisti, solito trascinatore con 11 pt e 5 assist. Menzione d’onore per tutti i biancoazzurri con ben 6 giocatori in doppia cifra, ognuno, anche chi si è alzato dalla panchina, ha dato il contributo per questa importante vittoria lontano dalle mura amiche. Agrigento mantiene il primo posto in classifica a quota 8, sia pure in coabitazione con Casale Monferrato, Olrandina e Virtus Roma.

Coach Franco Ciani sceglie Bell, Zilli, Ambrosin, Evangelisti e Cannon per l’avvio della gara, dal lato opposto coach Sandro Dell’Agnello schiera Sergio, Casella, Fattori, Roderick e Taylor.

Parte subito forte Agrigento che mostra fin dai primi minuti di volersela giocare fino in fondo, Bergamo fa fatica e la squadra ospite chiude il primo periodo di partita avanti. Al contrario dalle precedenti uscite, questa volta Agrigento non ci mette tempo a carburare, Bell sembra ormai essere in perfetta sintonia con i compagni e detta tempi e ritmi di gioco, insieme ad Evangelisti e Zilli e Cannon che lottano sotto le plance. Dell’Agnello prova ad interrompere il ritmo di Agrigento ricorrendo alle sospensioni.  La Fortitudo però non perde mai il filo della partita anche se subisce il ritorno di Bergamo, sempre sotto nella prima parte di gara ma a cui riesce il sorpasso prima della sirena della pausa lunga.  Al rientro è sempre la M Rinnovabili a dettare i tempi di gioco, Sousa, Ambrosin e Zilli fanno vedere con i loro recuperi in difesa, che Agrigento vuole arrivare fino in fondo. Pepe solito cecchino letale. Si alzano le percentuali di tiro, Bergamo sterile in attacco grazie anche alla buona difesa di Agrigento, con Guariglia che si fa trovare pronto ed infila punti importanti. Nel finale di quarto Agrigento è ancora avanti, ma è nell’ultimo periodo che arriva l’allungo decisivo.  La squadra di Ciani riesce a trovare continuità offensiva e chiude l’ultimo parziale 25-17. Finisce con Agrigento a +10 ed un’altra esaltante vittoria.

 

Bergamo Basket 79

M Rinnovabili Agrigento 89

 

Fortitudo Agrigento: Agrigento: Bell 13, Cannon 17, Evangelisti 11, Cuffaro, Sousa 2, Ambrosin 12, Guariglia 5, Zilli 13, Pepe 13, Fontana 3. All.: Ciani.

Bergamo: Sergio 3, Casella 7, Fattori 13, Roderick 18, taylor 23, Benvenuti 8, Zucca 7, Augeri, Zugno,Bedini, Benvenuti, Piccolo, Marelli. All.: Dell’Agnello

Arbitri: Andrea Masi di Firenze, Marco Pierantozzi di Ascoli Piceno e Francesco Meneghini di Verona. Note: parziali: 25-27, 21-18, 16-19, 17-25.

Agrigento vince a Bergamo: tifosi in festa al PalaAgnelli.