Nenè Mangiacavallo lo ribadisce: “Agrigento si candida a capitale italiana della cultura 2025”

Agrigento lancia la sua candidatura a Capitale italiana della cultura per il 2025. Lo ha ribadito il presidente del consorzio universitario di Agrigento, Nenè Mangiacavallo , alla presenza del sindaco, Francesco Miccichè, e di autorità cittadine, in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico 2021-2022 che si è tenuta ieri, 28 marzo, al teatro Pirandello di Agrigento. Una grande occasione che potrebbe avere notevoli ricadute tanto sul turismo (e sui servizi) quanto sullo sviluppo della città. Il progetto di candidatura di Agrigento a Capitale Italiana 2025 sarà reso possibile grazie ad una collaborazione tra il comune e il consorzio universitario.  Agrigento ci riprova dunque. Sotto la sindacatura di Calogero Firetto la città aveva già corso per diventare Capitale della cultura 2020. A spuntarla fu Parma. Per Agrigento si erano spesi molti nomi illustri della cultura, da Andrea Camilleri a nomi del cinema come Michele Placido. Erano arrivati numerosi endorsement per la candidatura.