Licata, assolti dall’accusa di truffa i responsabili di una casa di riposo

Assolti, “perchè il fatto non sussiste”, i responsabili di una società che gestisce la casa di riposo Parnaso di Licata. Si tratta di Pierpaolo Frassine, amministratore unico della suddetta società, e Maria Pira, procuratore speciale e responsabile della struttura per anziani.

I due erano accusati di una presunta trua aggravata ai danni dell’Inps per aver ottunuto, secondo l’accusa indebitamente, un contributo di 63 mila euro attestando un presunto falso calo di produzione e accedere al beneficio della Cassa integrazione guadagni previsto per la aziende in crisi. Secondo i difensori dei due imputati tutto invece era in regola con le disposizioni di legge. Ora l’assoluzione del gup che scagiona i due.