Lega Pro, 24/a giornata: cadono Akragas e Messina, il Siracusa centra l’impresa

Lega Pro, 24/a giornata: cadono Akragas e Messina, il Siracusa centra l’impresa

ANTONIO IOPPOLO

Giornata tutto sommato secondo pronostico, ma con la sorpresa del successo casalingo della Casertana sul Lecce in virtù della rete del sempreverde trentaduenne Nicola Ciotola, che capitalizza al massimo l’assist del classe ’97 Giuseppe Carriero. Come è ampiamente noto, l’Akragas esce sconfitto, nonostante i tentativi di barricate, dal “Giovanni Paolo II” di Francavilla Fontana: la resistenza dura solo un tempo contro la matricola terribile e gli uomini di Di Napoli devono arrendersi ai colpi di quelli guidati da Antonio Calabro giunti alla sesta vittoria casalinga consecutiva e al quinto posto in classifica.

Stessa sorte tocca al Messina di Cristiano Lucarelli, che regge per poco più di 50 minuti allo “Zaccheria” di Foggia: gara divertente, giocata su ritmi alti e senza timori reverenziali da parte dei peloritani, i quali rischiano di passare in vantaggio in più di un’occasione dimostrando di essere una squadra viva e vegeta. Ma, a gol mancati, gol subiti e la dura legge del calcio premia, forse oltremisura, gli uomini di Stroppa che dimostrano tutta la propria forza con un uno-due micidiale nel giro di tre minuti tanto da spegnere ogni velleità giallorossa.

L’unica siciliana a centrare l’impresa, in attesa del big match di martedì che vedrà di fronte Catania e Matera, è il Siracusa di Andrea Sottil: sotto di due reti contro la Juve Stabia, gli aretusei, con le gambe e con il cuore, rimontano e portano a casa tre punti preziosissimi e la prima vittoria del nuovo anno sospinti da un “Nicola De Simone” in visibilio. E a proposito di Nicola De Simone, il ragazzo che visse per sempre nel cuore di due popoli e due città è stato il protagonista della festa a fine partita con i giocatori di Siracusa e Juve Stabia che si sono recati sotto la curva “Anna” per rendere omaggio a un gemellaggio storico proprio nel segno del compianto calciatore stabiese.

Tra gli altri risultati, spicca certamente la vittoria in trasferta, l’unica di questo turno di campionato, del Catanzaro a Pagani Terme frutto dei gol dell’ex akragantino Zanini e di Icardi, ma più in generale dei nuovi innesti tutti positivi in queste prime uscite. Tre punti d’oro ottenuti lontano dalle mura amiche, cosa che non accadeva ai calabresi da inizio stagione, che migliorano notevolmente la classifica.

Torna al successo, invece, il Fondi di Sandro Pochesci e lo fà per 2-1 contro il Melfi: succede tutto nella ripresa in virtù delle reti Giannone, Albadoro e dell’autorete del ex capitano dell’Akragas Daniele Marino. Stesso risultato nel derby pugliese tra la Fidelis Andria e il Taranto: al gol di Viola per gli ospiti, rispondono i Federiciani con Tito, grandissima prestazione la sua, e allo scadere con Aya. 

Infine, finiscono in parità Reggina-Monopoli e Vibonese-Cosenza.

Ecco di séguito i risultati:
Casertana-Lecce 1-0  24′ Ciotola
Catania-Matera martedì ore 20:45
Fidelis Andria-Taranto 2-1  14′ Viola (T), 38′ Tito, 90′ Aya (F)
Foggia-Messina 3-0  57′ Mazzeo, 59′ Deli, 76′ a.gol Palumbo
Paganese-Catanzaro 1-2  3′ Zanini (C), 27′ Firenze (P), 81′ Icardi (C)
Reggina-Monopoli 0-0
Siracusa-Juve Stabia 3-2  12′ rig., 28 Paponi (J), 29′ Scardina, 48′ Catania, 77′ Spinelli (S)
Unicusano Fondi-Melfi 2-1  63′ Giannone, 81′ Albadoro (U), 89′ aut. D. Marino (M)
Vibonese-Cosenza 1-1  39′ rig. Saraniti (V), 77′ Calamai (C)
Virtus Francavilla-Akragas 2-0  54′ Abate, 85′ Pastore