L’Ars approva la finanziaria dopo un seduta fiume

Dopo giorni di tensioni e fumate nere l’assemblea regionale siciliana ha approvato la Finanziaria. Passati i tre maxi emendamenti di opposizioni, maggioranza e del governo Musumeci: fondi, assunzioni stabilizzazioni e norme ad hoc. Tra le norme volute dai 5 stelle quella che rifinanzia con uno stanziamento di 200.000 euro gli incentivi per i cittadini che acquistano un’auto elettrica, promossa da Joseè Marano. Istituiti in Sicilia i “Distretti del commercio”. Comuni e imprenditori privati potranno proporne l’individuazione sui territori, promuovendo così gli esercizi commerciali dei centri cittadini, elevando il commercio a fattore di aggregazione in grado di attivare dinamiche economiche, sociali e culturali. Lo prevede un emendamento approvato in queste ore nel corso della Legge Finanziaria in discussione a Sala d’Ercole che porta la firma della deputata messinese Valentina Zafarana. Un bonus per ogni disabile gravissimo siciliano che usa apparecchiature elettromedicali per le proprie cure. È quanto prevede un emendamento M5S alla Finanziaria a firma di Valentina Zafarana. Sono stati stanziati ulteriori 500.000 euro, oltre a quelli già previsti dal Bilancio regionale, in favore degli enti che gestiscono le riserve naturali in Sicilia. Sbloccati 3 milioni di euro in favore delle edicole siciliane, grazie a un emendamento in Finanziaria voluto dal deputato regionale del Movimento 5 Stelle, Luigi Sunseri. In finanziaria è stata approvata una norma che da copertura economica ad una proposta fortemente voluta dal gruppo di Fratelli d’Italia che prevede un contributo per l’acquisto di una parrucca come presidio necessario al benessere di una persona ammalata. Sostegni per 400mila euro ai Carnevali storici nella Finanziaria regionale siciliana. In particolare, viene riconosciuta l’identità storica e culturale dei progetti di Acireale, Avola, Castellana Sicula, Misterbianco, Palazzolo Acreide e Sciacca. Si tratta di una proposta contenuta in un emendamento presentato dai deputati regionali Matteo Mangiacavallo, Angela Foti, Sergio Tancredi, Michele Catanzaro, Stefano Zito e Rossana Cannata.  Una sede dell’Enoteca regionale potrà essere istituita anche a Vittoria, così da coprire il territorio del sud-est dell’isola, storicamente ad alta vocazione vinicola. Lo prevede sempre un emendamento proposto dalla deputata regionale del Movimento 5 Stelle, Stefania Campo , con una somma individuata di 200 mila euro.