La tecnologia degli smartwatch al servizio dei pazienti affetti da Alzheimer. L’ASP di Agrigento avvia un progetto pilota

La tecnologia degli smartwatch al servizio dei pazienti affetti da Alzheimer. L’ASP di Agrigento
avvia un progetto pilota

Ad Agrigento la moderna tecnologia si fa amica dei pazienti affetti da Alzheimer grazie ad un
progetto pilota avviato dall’Azienda Sanitaria Provinciale. Si tratta di un telemonitoraggio
interattivo grazie al quale, attraverso l’uso di smartwatch di ultima generazione dotati di GPS e di
una App mobile estremamente funzionale, i pazienti potranno non rimanere “soli” in caso di
cadute, perdite di coscienza o allontanamento dai percorsi abituali. Lo speciale orologio
permetterà innanzitutto agli anziani di attivare un sos immediato in caso di necessità premendo un
semplice tasto touch sul dispositivo che terranno al polso. Il segnale d’allarme sarà
immediatamente ricevuto dai familiari, dai tutori del paziente o dai sanitari i quali, peraltro,
attraverso l’App che gestisce il servizio, potranno geolocalizzare, ventiquattrore su ventiquattro e
per sette giorni su sette, il proprio assistito. In maniera del tutto automatica i tutori riceveranno
inoltre degli alert nel caso in cui il paziente esca dalle zone normalmente frequentate e potranno
individuarne con facilità l’esatta posizione su una mappa interattiva. Il tutto avverrà tramite una
centrale operativa remota che offrirà le credenziali d’accesso al servizio garantendo la funzionalità
dello strumento di assistenza e di rilevazione oltre che la sua piena riservatezza. Il progetto sarà
sperimentato su un campione di trenta anziani/tutori e contribuirà ad ampliare la gamma di azioni
sanitarie e sociosanitarie che il servizio proponente, l’Unità malattie psichiatriche degenerative ed
involutive diretta dal dottor Giuseppe Provenzano, porta avanti quotidianamente per migliorare la
qualità della vita dei propri pazienti e l’efficacia dei percorsi di cura. La direzione strategica
dell’ASP di Agrigento, nel credere fermamente nella valenza sociale del progetto ed approvarne i
dettagli tecnico-operativi formulati dal Sevizio tecnico aziendale, esprime piena soddisfazione per
la possibilità di rendere disponibile, in maniera pioneristica sul panorama regionale, un nuovo e
moderno strumento a vantaggio dei pazienti e delle loro famiglie.