La Regione non assegna 90 posti di RSA in convenzione e la Sogeso chiude

E’ stata per anni con la speranza che l’Assessorato alla Sanità della Regione Sicilia assegnasse circa 90 posti di RSA in convenzione. E’ la Sogeso di Realmonte che, al momento, è solo certa di un dato: chiuderà i battenti il 31 dicembre 2018.

Una realtà moderna e funzionale, a due passi dalla Scala dei Turchi, che ospita 80 posti letto e che lavora in perdita essendo che l’occupazione media varia da un minimo di 20 posti ad un massimo di 30 pazienti.

In nove anni chi gestisce la RSA realmontina ha sperato di potere arrivare ad avere la convenzione per sostenere i costi di gestione elevati in quanto mantiene 14 lavoratori di cui 12 regolarmente assunti a stipendio pieno e due a rapporto professionale, retribuito regolarmente, poi i fornitori quasi tutti locali e coloro i quali hanno avuto rapporto con la Società.

Purtroppo ai dipendenti sono già giunte le lettere di preavviso licenziamento e presto le stesse lettere arriveranno nelle case delle famiglie delle persone assistite.

In questi anni– dicono dalla struttura- con pochi mezzi abbiamo dato il massimo della professionalità e abbiamo cercato di dare un servizio eccellente. Il nostro sogno di continuare a dare servizi e lavoro viene spezzato dall’inerzia delle istituzioni.

Il cronoprogramma assessoriale del 2010– ci fanno sapere- prevedeva per la provincia di Agrigento 242 posti tra pubblico e privato, alla data del 26 Aprile 2017 dopo una verifica della complessiva attivazione della rete programmata i posti attivati in provincia sono 16 pubblici e 136 privati, rimangono appunto 90 posti da attivare”.

La certezza ad oggi per la Residenza Sanitaria Assistita Sogeso è che entro l’anno chiuderà, soffocando anche la speranza di potere dare a questa provincia servizi utili alla popolazione.