“Il Fermi… non dimentica”

Anche quest’anno l’istituto “Fermi” di Aragona, con sedi associate di Favara e Racalmuto, è stato impegnato nel ricordo e nella testimonianza dell’orrore dell’olocausto, rendendo onore alle vittime e ai perseguitati dalle barbarie nazifasciste; e lo fa, in particolare, con due iniziative, la prima dal titolo: “Il Fermi…nondimentica!” che si è svolta nella sede centrale di Aragona, la seconda dal titolo Giornata della Memoria”, che si è svolta nella sede associata di Favara.

<<Il giorno della memoria è una elaborazione particolarmente intensa per forza politica e morale. Il ricordo dell’ atroce ed assurdo sterminio del popolo ebraico, le leggi razziali, la persecuzione, i deportati nei campi di concentramento, la loro prigionia e la loro morte, deve essere trasmesso alle nuove generazioni quale antidoto contro la devastante violenza che, oggi più che mai, caratterizza la nostra società e coinvolge soprattutto i ragazzi>>.

Queste le parole del dirigente, Elisa Maria Enza Casalicchio, che  ha aperto l’evento “Il Fermi…non dimentica” organizzato in modalità streaming, nel rispetto del delicato momento d’emergenza sanitaria.

Un programma  intenso, impennato da un forte senso e significato, che ha visto gli intervenuti di tre docenti dell’istituto, i professori: Alaimo Giuseppina, Portella Maria, Urso Stefano, che hanno illustrato (esposto), ognuno con un’impronta forte e diretta, i diversi aspetti del tema trattato.

Preziosa é stata la partecipazione, in videoconferenza, del dott. Guido Lorenzetti presidente dell’ANED (ASSOCIAZIONE NAZIONALE EX DEPORTATI NEI CAMPI DI STERMINIO NAZISTI) con sede a Milano.

L’intervento si è fondato sul racconto delle memorie del padre, vittima di deportazione nel campo di concentramento di Dachau e su alcuni spunti di riflessione che mirano allo studio e alla diffusione della conoscenza storica sui temi della resistenza e della deportazione.

Al termine si é svolto un interessante e proficuo momento dedicato al dibattito aperto agli studenti, che ha permesso loro di arricchire il proprio bagaglio culturale e formativo.

La  memoria è passata anche attraverso il linguaggio della musica, con alcuni brani eseguiti dalla “Fermi Band”dedicati al tema dell’incontro.  

Gli studenti dell’Istituto Professionale di Stato per l’industria e l’artigianato “Fermi” della sede associata di Favara, il 27 gennaio, hanno preso parte all’evento “Giornata della Memoria” organizzato dal Comune di Favara in collaborazione con l’Istituto Istituto Studi e Ricerca Calogero Marrone e con l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia; gli studenti hanno realizzato un video sulla figura del favarese Calogero Marrone “giusto tra le nazioni” . Di Calogero  Marrone, uomo libero e giusto, viene ricordato il suo profondo senso del dovere, grazie a cui è riuscito a salvare centinaia di antifascisti ed ebrei.