“Ha perseguito la moglie”, quarantottenne finisce a processo

E’ accusato di avere perseguitato la moglie, con cui si è separato. Un quarantottenne di Licata è finito a processo con l’accusa di stalking. La donna, presunta vittima, è anche imputata di minaccia ai danni della suocera. Il processo per discutere le due posizioni è stato fissato per il 3 marzo prossimo davanti al giudice del Tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano. Gli episodi al centro della vicenda risalgono a partire dal 2019. La donna sarebbe stata ripetutamente insultata, minacciata, pedinata e molestata, e l’uomo le avrebbe tolto il telefono cellulare, e non le avrebbe consentito di usare l’autovettura.